Carta acquisti 2022: come ottenere il bonus spesa?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
31/01/2022

La carta acquisti è un’agevolazione molto utile per le famiglie o per le persone in difficoltà economica. Questa permette di utilizzare 40 euro mensili per effettuare determinati acquisti, affinché siano rispettati dei requisiti essenziali. Vediamo insieme di cosa si tratta, quali sono i requisiti e le novità per il 2022.

Supermercato

Una delle modalità di assistenza economica presente nell’ordinamento è la carta acquisti: si tratta di una carta di pagamento elettronica, che mette a disposizione 40 euro al mese per effettuare acquisti di generi alimentari e non solo. La ricarica avviene con cadenza bimestrale, dunque sono accreditati 80 euro ad ogni pagamento.

L’ottenimento dell’agevolazione è però subordinato al possesso di determinati requisiti: scopriamo insieme quali sono e tutto quello che c’è da sapere sulla carta acquisti.

Carta acquisti: chi può richiederla?

Farmacia

Vediamo subito chi può richiedere la carta acquisti e quali sono i requisiti per essere beneficiari. Come detto l’importo massimo annuale erogabile è di 480 euro, diviso in 40 euro mensili erogati con cadenza bimestrale. La carta viene emessa da Poste Italiane, sarà dunque molto simile ad una PostePay.

I requisiti per accedere al servizio sono i seguenti:

  • aver compiuto 65 anni di età;
  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’UE;;
  • essere iscritto all’Anagrafe Comunale;
  • se over 65, aver avuto trattamenti pensionistici o assistenziali che, cumulati ai redditi, siano pari o inferiori a 7.120,39 euro all’anno o, se over 70, a 9.493,86 euro all’anno;
  • non essere intestatario di più di una utenza elettrica domestica, di utenze elettriche non domestiche o di più di una utenza del gas;
  • non possedere più di un autoveicolo, più di un immobile ad uso abitativo con quota superiore o uguale al 25%, o immobili non ad uso abitativo o di categoria catastale C7 con una quota superiore o uguale al 10%;
  • avere un patrimonio mobiliare non superiore a 15.000 euro, stando all’ISEE;
  • non beneficiare di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni in quanto ricoverato in istituto di lunga degenza o detenuto;
  • avere un ISEE non superiore a 7.120,39 euro.

Carta acquisti: cosa si può acquistare e cosa no

Supermercato

Con la carta acquisti è possibile effettuare spese che rientrano nelle seguenti categorie:

  • supermercati;
  • negozi alimentari;
  • farmacie e parafarmacie aderenti;
  • per pagare le utenze per energia elettrica e gas;
  • usufruire di sconti presso punti vendita convenzionati.

Mentre non si può utilizzare la carta per effettuare le seguenti operazioni:

  • prelevare denaro contante;
  • ricaricarla autonomamente;
  • controllare il saldo e la lista movimenti o effettuare altre operazioni, in ATM diversi da quelli di Poste Italiane.

La carta può essere richiesta, se in possesso dei requisiti, ad un qualsiasi ufficio postale. La scadenza della carta ne comporta l’impossibilità di utilizzo successivo.