Carta Dedicata a te: 480 euro a sostegno delle famiglie

Il governo italiano sta introducendo un’aggiornata versione di assistenza finanziaria, denominata “Carta Dedicata a te”, per venire incontro alle esigenze delle famiglie con risorse economiche limitate.

Questo strumento, previsto per essere disponibile a partire dalla primavera o all’inizio dell’estate, si propone di erogare un aiuto finanziario annuale di 460 euro ai nuclei familiari con un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee) non superiore a 15.000 euro.
La richiesta per questa carta richiede la compilazione di una domanda specifica, a differenza del precedente sistema della Carta Acquisti. Con un incremento dell’importo disponibile fino a 480 euro, questa iniziativa è rivolta particolarmente agli anziani di età superiore ai 65 anni e ai genitori con figli minori di tre anni, a condizione che rispettino i requisiti Isee definiti per ciascuna categoria.

Caratteristiche e criteri di eleggibilità

Questa carta rappresenta una misura di sostegno vitale per le famiglie italiane in difficoltà economica. Nonostante le sfide iniziali nella sua implementazione, che hanno visto alcuni beneficiari incapaci di sfruttare il sostegno finanziario entro i termini limiti, il governo ha risposto con un decreto congiunto tra i ministeri competenti, allocazione un fondo aggiuntivo di 100 milioni di euro. Questo intervento ha permesso di assicurare che i beneficiari idonei ricevessero e utilizzassero la loro “Carta Dedicata a te” entro il periodo previsto.

Bonus aggiuntivo e categorie escluse

Oltre al supporto per l’acquisto di beni di prima necessità e alimentari, la carta include un bonus supplementare di 77 euro destinato all’acquisto di carburante o all’utilizzo dei servizi di trasporto pubblico locale. È fondamentale sottolineare che l’eligibilità per questa carta è limitata ai soggetti che rispondono ai criteri di reddito specificati, escludendo coloro che già ricevono determinati tipi di assistenza sociale, come l’Assegno di inclusione.

Priorità alle famiglie numerose

Un ulteriore aspetto da evidenziare è la priorità data alle famiglie più numerose, in particolare quelle con almeno un minore. Questo criterio di priorità è stato stabilito per indirizzare il sostegno verso le famiglie con maggiori necessità, specialmente quelle con bambini piccoli, assicurando che il beneficio raggiunga coloro che ne hanno più urgente bisogno.