Carta risparmio spesa 2023: di cosa si tratta, come funziona e beneficiari

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
26/12/2022

All’interno della Legge di Bilancio, per il 2023, è stata introdotta anche la Carta risparmio spesa con l’obiettivo è quello di aiutare i cittadini e le cittadine italiane ad affrontare l’inflazione di questo periodo. Ma di cosa si tratta esattamente? Vediamolo insieme. 

supermarket-g3714a04ae_1920

Tra le misure previste dalla Manovra rientra anche un fondo di 500 milioni di euro per finanziare una sorta di Carta acquisti finalizzata ad aiutare le famiglie italiane ad affrontare gli aumenti degli ultimi e dei prossimi mesi causati dall’inflazione.

Non sono ancora disponibili informazioni circa il funzionamento di questa Carta e come dichiarato dalla Premier Giorgia Meloni, i dettagli dovranno essere perfezionati dal Parlamento nelle prossime settimane.

Nonostante ciò, vediamo insieme cosa sappiamo a proposito della nuova Carta risparmio spesa.

Carta risparmio spesa: cos’è

supermarket-gac75c1722_1920

La Carta risparmio spesa inserita nella Legge di Bilancio, recentemente approvata, potrebbe essere realizzata sull’onda dell’attuale Carta acquisti o Social card. Quest’ultima permette di spendere fino a 40 euro al mese per spese alimentari, sanitarie e relative alle bollette. Inoltre, permette di accedere a degli sconti presso negozi convenzionati.

La Presidente del Consiglio ha dichiarato che il governo procederà selezionando alcuni alimenti tramite decreto per fare in modo di abbassare il prezzo dei beni scelti, facendo anche appello ai produttori e distributori:

Racconteremo all’Italia chi ha dato una mano a calmierare i prezzi per le persone in difficoltà. Diremo chi aderirà, calmierando il prezzo, e quindi diremo quali hanno aderito alla nostra iniziativa e dove si possono spendere quelle risorse.

Come funzionerà la Carta

supermarket-g2258165f7_1920

La Carta sarà gestita dai Comuni, i quali si occuperanno di erogare le risorse per gli acquisti alle persone in possesso dei requisiti richiesti per accedere alla misura. I fondi a disposizione sono pari a 500 milioni di euro, di conseguenza si andrà avanti fino al loro esaurimento.

Per quanto riguarda i requisiti previsti, bisognerà attenderne la definizione da parte del governo. Attualmente, per poter beneficiare della Social card sono previsti dei parametri legati sia all’età che all’Isee. Nel caso della Carta risparmio spesa annunciata dal governo, invece, la soglia per avere accesso potrebbe riguardare il reddito, ma non è ancora stato definito.