Cartelle esattoriali 2023: meglio rottamazione o saldo e stralcio?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
24/01/2023

In molti si chiedono quale sia il metodo migliore di trattare i debiti con il fisco che siano entro i mille euro. Nel seguente articolo cercheremo di capire se è meglio utilizzare la rottamazione o il saldo e stralcio. Vediamo insieme i dettagli della vicenda.

agenzia-delle-entrate-1200×675

Pubblicate le nuove Faq dell’Agenzia delle Entrate: si spiega come si dovranno trattare i debiti inferiori ai mille euro, i quali rientrano potenzialmente nel nuovo istituto del saldo e stralcio. Le Faq sono state pubblicate il 20 Gennaio scorso: cosa bisogna fare per aver accesso alla rottamazione quater?

Debiti mille euro: si può usare la rottamazione?

agenzia-delle-entrate

Per coloro che si stanno chiedendo se è possibile utilizzare la Rottamazione per debiti sotto i mille euro, interviene in soccorso la Faq numero 14 dell’Agenzia delle Entrate. L’AdeR specifica che la legge di Bilancio 2023 non preclude la possibilità di accedere alla Rottamazione quater anche per debiti già ricompresi in precedenti rottamazioni.

Rottamazione: entro quando presentare la domanda

In questo caso dunque dovrà essere presentata apposita domanda all’Agenzia dell’Entrate, se non si vuole pagare il debito con saldo e stralcio entro il 28 Febbraio 2023. La nuova comunicazione che l’Agenzia invierà il 30 Giugno terrà già conto degli importi annullati per lo stralcio.

Rottamazione: quali debiti vi rientrano?

La tregua fiscale della legge di Bilancio 2023 delimita lo stralcio delle cartelle alla data del 31 marzo 2023 dei singoli debiti affidati all’Agente della Riscossione dalle amministrazioni statali, dalle agenzie fiscali e dagli enti pubblici previdenziali, dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015, di importo residuo fino a mille euro.

Cartelle esattoriale: quando va utilizzato il saldo e stralcio?

AGENZIA DELLE ENTRATE

Vediamo ora i casi in cui deve essere utilizzato il metodo saldo e stralcio. Come spiegato dalle disposizione dell’Agenzia delle Entrate questo:

  • riguarda esclusivamente le sanzioni e gli interessi, compresi gli interessi di mora.
  • per quanto riguarda le sanzioni per violazioni del Codice della strada e le altre sanzioni amministrative lo stralcio si applica limitatamente agli interessi.