Cartelle esattoriali: quando ripartono notifiche e pagamenti

25/08/2021

La macchina del Fisco è pronta per rimettersi in moto. Dopo mesi di sospensione dovuti all’emergenza Covid, mercoledì 1° settembre ripartirà la normale attività di riscossione dell’Agenzia delle Entrate, che ricomincerà ad inviare tutte quelle notifiche rimaste congelate da marzo 2020.

agenzia-delle-entrate

Dal 1° settembre 2021 l’Agenzia delle Entrate-Riscossione riprenderà la propria normale attività inviando gradualmente le oltre 60 milioni di cartelle esattoriali rimaste congelate da marzo 2020.

Dopo un gran numero di sospensioni e rinvii, infatti, dal prossimo mese i contribuenti italiani in debito con il Fisco dovranno provvedere ad effettuare i pagamenti, da ultimare entro e non oltre la data del 30 settembre 2021.

Analizziamo la situazione più nel dettaglio.

Dal 1° settembre riparte la macchina del Fisco

2800agenzia-entrate

Mercoledì 1° settembre 2021 i contribuenti italiani dovranno ricominciare a fare i conti con l’Agenzia delle Entrate.

Dopo le varie proroghe disposte nel corso degli ultimi mesi (per ultima quella del decreto Sostegni bis) a causa del protrarsi dell’emergenza sanitaria, la sospensione della normale attività del Fisco terminerà infatti il 31 agosto 2021. Sarebbero più di 60 milioni le cartelle esattoriali e gli altri atti della riscossione rimasti in sospeso da marzo 2020 e pronti per essere recapitati a casa dei destinatari.


Leggi anche: Cartelle esattoriali, pagamenti: scadenza il 6 settembre

La ripartenza, come comunicato dalla stessa Agenzia, sarà graduale e vedrà anche la ripresa di tutte le altre procedure cautelari ed esecutive come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti presso terzi (salvo l’eventuale pagamento del debito).

I termini per i pagamenti

money-1005479_1920

L’Agenzia delle Entrate ha inoltre comunicato che i contribuenti in debito avranno a disposizione un mese di tempo per regolarizzare le proprie posizioni.

La scadenza per effettuare i pagamenti legati alle cartelle esattoriali sospese dal 30 marzo 2020 è stata infatti fissata al 30 settembre 2021, data che coincide anche con il nuovo appuntamento relativo alle rate della pace fiscale.

I versamenti potranno essere effettuati in un’unica soluzione o a rate: chi dovesse optare per questa seconda alternativa dovrà presentare la domanda di rateizzazione sempre entro il 30 settembre 2021.

 

 

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureando in Management Internazionale
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica