Cartelle esattoriali: scadenza per pagamenti e rateizzazione

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
18/09/2021

Cartelle esattoriali: giovedì 30 settembre 2021 termina il tempo utile per regolarizzare la propria posizione con il Fisco, o versando le somme dovute in un’unica soluzione o presentando la domanda di rateizzazione. Vediamo meglio cosa ha disposto l’Agenzia delle Entrate.

2021-calendar-with-banknotes-arrangement

Il prossimo 30 settembre è fissata la scadenza per pagare le somme legate alle cartelle esattoriali rimaste congelate per mesi a causa del protrarsi della pandemia da Covid-19.

I contribuenti che devono regolarizzare la propria posizione potranno optare o per il versamento in un’unica soluzione o per la rateizzazione: in questo secondo caso la scadenza per presentare la domanda è sempre quella del 30 settembre 2021.

Cartelle esattoriali: scadenza il 30 settembre

2800agenzia-entrate

La conversione in legge del decreto Sostegni bis ha fissato la ripresa della normale attività dell’Agenzia delle Entrate a partire dallo scorso 1° settembre.

Dopo la sospensione disposta nel marzo del 2020 a causa dell’emergenza pandemica, l’AE ha ricominciato ad inviare le milioni di cartelle esattoriali in attesa di essere chiuse: i contribuenti avranno tempo fino a giovedì 30 settembre per saldare le proprie posizioni.

Due le alternative concesse dal Fisco ai soggetti in debito:

  • la prima prevede il pagamento delle somme dovute in un’unica soluzione;
  • la seconda consiste nella possibilità di richiedere una rateizzazione degli importi.

Anche per questa seconda opzione il tempo utile per presentare la domanda termina il 30 settembre. Ricordiamo che con il decreto Rilancio è stato esteso il numero massimo di rate, che è passato da 5 a 10.

Pace fiscale: i prossimi appuntamenti

businessman-marking-on-calendar-for-an-appointment-min

Di seguito riportiamo le principali scadenze legate alla rateizzazione e al saldo e stralcio delle cartelle:

  • entro il 31 agosto 2021 doveva essere pagata la rata scaduta il 31 maggio 2020 (rottamazione ter);
  • entro il 30 settembre 2021 bisogna pagare le rate scadute il 31 luglio 2020 (rottamazione ter e saldo e stralcio);
  • entro il 31 ottobre 2021 si paga la rata scaduta il 30 novembre 2020 (rottamazione ter);
  • entro il 30 novembre 2021 si pagano le rate di febbraio, marzo, maggio e luglio 2021.

Per ogni scadenza si applica il termine di tolleranza di 5 giorni.