Cassa Integrazione 2023: beneficiari e come richiederla

La Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) è una misura prevista dal nostro ordinamento che si attiva nel caso in cui un lavoratore subisca una riduzione della propria attività a causa di una crisi aziendale dovuta a eventi transitori e non imputabili all’imprenditore o ai lavoratori, ovvero determinate da situazioni temporanee di mercato. Vediamo tutti i dettagli in questo articolo.

top-view-people-exchanging-money-min (1)

La Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria (CIGO) è un ammortizzatore sociale in favore dei lavoratori la cui retribuzione è diminuita per effetto di una riduzione dell’attività lavorativa dovuta a una temporanea difficoltà di mercato dell’azienda (calo della domanda) o ad altri eventi temporanei non dovuti a responsabilità del datore di lavoro o dei lavoratori.

Vediamo insieme come funziona e quando è possibile accedervi.

CIGO 2023: beneficiari e come funziona

office-with-documents-money-accounts-min

La cassa integrazione guadagni ordinaria (CIGO) è un ammortizzatore sociale che si attiva al verificarsi di una crisi aziendale dovuta a eventi transitori e non imputabili all’imprenditore o ai lavoratori, ovvero determinate da situazioni temporanee di mercato.

Nello specifico, questo strumento prevede il versamento da parte dell’INPS di una somma di denaro in favore dei lavoratori la cui retribuzione è diminuita per effetto di una riduzione dell’attività lavorativa dovuta a una temporanea difficoltà di mercato dell’azienda (calo della domanda) o ad altri eventi temporanei non dovuti a responsabilità del datore di lavoro o dei lavoratori.

Chi può accedere alla CIGO

Possono accedere alla CIGO 2023 i datori di lavoro appartenenti ai seguenti settori:

  • imprese manifatturiere, di trasporti, estrattive, di installazione di impianti, produzione e distribuzione dell’energia, acqua e gas;
  • cooperative di produzione e lavoro che svolgano attività lavorative similari a quelle degli operai delle imprese industriali;
  • imprese dell’industria boschiva, forestale e del tabacco;
  • cooperative agricole, zootecniche e dei loro consorzi che esercitano attività di trasformazione, manipolazione e commercializzazione di prodotti agricoli propri per i soli dipendenti con contratto a tempo indeterminato;
  • imprese addette al noleggio e alla distribuzione dei film di sviluppo e stampa di pellicole cinematografiche;
  • imprese industriali per la frangitura delle olive per conto terzi;
  • imprese produttrici di calcestruzzo preconfezionato;
  • imprese addette agli impianti telefonici ed elettrici;
  • imprese addette all’armamento ferroviario;
  • imprese industriali degli Enti pubblici, salvo il caso in cui il capitale sia interamente di proprietà pubblica;
  • imprese industriali ed artigiane dell’edilizia e affini;
  • imprese industriali esercenti l’attività di escavazione e/o escavazione di materiale lapideo;
  • imprese artigiane che svolgono attività di escavazione e di lavorazione di materiali lapidei, con esclusione di quelle che svolgono tale attività di lavorazione in laboratori con strutture e organizzazione distinte dalle attività di escavazione;
  • apprendisti;
  • lavoratori a domicilio.

Come richiedere la CIGO

La domanda di accesso alla CIGO va inviata telematicamente all’INPS (con allegata una relazione tecnica):

  • 15 giorni dall’inizio della sospensione o della riduzione dell’attività lavorativa;
  • entro la fine del mese successivo per gli eventi oggettivamente non evitabili.

Lascia un commento