Cassa integrazione Covid prorogata: a chi spetta

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
26/06/2021

Il decreto che ha predisposto la cassa integrazione covid potrebbe essere oggetto di proroga, con stanziamento ulteriore di 3 miliardi di euro. La decisione a riguardo verrà presa in un probabile Consiglio dei Ministri che dovrebbe tenersi nella prossima settimana. 

Orlando_1200

La cassa integrazione covid potrebbe essere prorogata ulteriormente. Questa è la novità delle ultime, ore sul fronte occupazione: prolungamento dovuto in parte all’avanzo delle somme a fondo perduto stanziate per le partite Iva. E’ atteso per la prossima settimana un consiglio dei ministri per discuterne a riguardo.

Si prevede lo stanziamento di ulteriori 3 miliardi di euro da destinare ai cassa-integrati, decisione che dovrebbe essere presa anche a fronte della scadenza per il 30 Giugno di altri due importanti aiuti sul fronte lavoro: blocco dei licenziamenti e cassa integrazione covid.

A chi spetterebbe la cassa integrazione con la nuova proroga?

closeup-of-accountant-hands-counting-on-calculator (1)-min

Secondo il Sole 24 ore, la cassa integrazione dovrebbe essere prorogata fino a Ottobre, ma potranno usufruirne solo i lavoratori del settore tessile e calzaturiero, duramente colpiti dalla crisi. Le perdite di fatturato di questi due settori, sono paragonabili solo a quelle del turismo:

  • il tessile ha perso, tra il 2019 e il 2020, il 42,3% del fatturato;
  • il turismo ha perso, tra il 2019 e il 2020, il 53,3% del fatturato.

La nuova proroga della cassa integrazione covid bloccherebbe anche i licenziamenti per questi settori, oltre a distribuire gratuitamente le somme della CI.

Altra novità sul fronte lavoro: decontribuzione settore turismo

calculator-385506

È prevista inoltre un’altra importante novità che riguarda il settore del turismo: verrà applicata una decontribuzione, per rendere meno oneroso il costo del lavoro. Il settore è il più colpito, come abbiamo visto dai dati sul fatturato, e quindi una riforma tale è più che auspicabile per una futura ripresa.

Il Governo sta lavorando su molti altri fronti, quali la riforma fiscale, degli ammortizzatori sociali e molto altro, tutto orientato alla ripresa economica del Bel Paese.