Certificazione Unica 2023: come riceverla a casa

È possibile ricevere la Certificazione Unica anche in modalità cartacea a casa per coloro che non riescono a ottenerla online. Vediamo insieme in che modo.

office-with-documents-money-accounts-min

Dal 16 marzo 2023, i soggetti interessati (pensionati, percettori di NASPI, percettori di CIG, ecc.) possono accedere direttamente online al loro certificato fiscale, la Certificazione Unica 2023 INPS.

Per scaricarla, basta accedere al portale www.inps.it e autenticarsi con SPID, CIE o CNS. L’App INPS Mobile per dispositivi Android e Apple iOS offre anche la possibilità di accedere alla CU 2023 INPS utilizzando le proprie credenziali.

Tuttavia, per chi non è in grado di ottenere la CU online, esistono altre modalità di ricevimento. Vediamo insieme come.

Come ricevere la CU tramite PEC

office-with-documents-and-money-accounts (1)-min

Coloro che non hanno credenziali possono richiedere la Certificazione Unica 2023 INPS sulla PEC all’indirizzo [email protected].

Come fare domanda

La richiesta deve essere accompagnata dalla copia di un valido documento di identità. Se la richiesta viene fatta tramite delegato, occorre allegare anche una copia della delega firmata e la copia del documento di identità del delegato. Se la richiesta proviene da un erede per il soggetto deceduto, occorre allegare la copia della dichiarazione sostitutiva in cui si autocertifica la qualità di erede, oltre alla copia di un valido documento di identità.

Certificazione Unica a casa

È anche possibile chiedere che la Certificazione Unica 2023 INPS sia spedita “cartaceamente” direttamente a casa. Per richiedere la spedizione della CU alla residenza del titolare o dell’erede di soggetto titolare, sono attivi i seguenti canali di contatto: il numero verde dedicato 800 434320 (con voce automatica), il Contact Center Multicanale al numero 803 164 (gratuito e abilitato solo alle chiamate da rete fissa) o al numero 06 164164 (abilitato alle chiamate da rete mobile, con costi variabili in base al piano tariffario applicato dal gestore telefonico del chiamante), o la posta elettronica ordinaria all’indirizzo [email protected].

Come funziona il servizio Sportello Mobile

Inoltre, per alcune categorie di soggetti, viene messo a disposizione il servizio “Sportello mobile“. Questo servizio è riservato, ad esempio, a ultrasettantacinquenni titolari di indennità di accompagnamento o di comunicazione, titolari di indennità speciale – Categoria: Ciechi civili – indipendentemente dall’età, ecc.

Questi ricevono una comunicazione in cui si comunica di essere tra i soggetti ammessi a questo servizio e sono forniti un numero telefonico e gli orari in cui è possibile contattare questo numero. Chiamando questo numero, un operatore della Struttura INPS territorialmente competente risponderà e sarà possibile richiedere la spedizione a casa della CU.

Lascia un commento