Certificazione unica 2023 sbagliata: cosa fare in caso di errori

Come comportarsi in caso di Certificazione Unica sbagliata? Si possono evitare le sanzioni inviando una CU corretta? Vediamo insieme cosa fare. 

closeup-of-business-woman-making-notes-in-document-min (1)

Cosa succede se si invia una Certificazione Unica sbagliata all’INPS? Si possono correggere i dati errati inviati con una certificazione unica rettificativa. Vediamo insieme cosa fare in caso di errori.

Certificazione Unica in scadenza

businessman-checking-documents-at-table-min

Oggi, 16 marzo 2023, è il termine ultimo per le aziende e gli enti pubblici per inviare ai propri lavoratori e collaboratori la Certificazione Unica 2023 (anno d’imposta 2022), uno dei documenti più importanti per la Dichiarazione dei Redditi 2023.

Inoltre, sempre entro oggi, l’azienda e gli enti pubblici devono inviare all’Agenzia delle Entrate le Certificazioni Uniche dei propri lavoratori e collaboratori, necessarie per predisporre il modello 730/2023 precompilato. Se le Certificazioni Uniche non sono necessarie per questo scopo, la scadenza per l’invio slitta al 31 ottobre 2023, insieme alla scadenza del modello 770/2023.

Dove scaricare la Certificazione Unica

L’INPS ha reso disponibile la Certificazione Unica 2023 a partire dal 16 marzo 2023, e si può scaricare dal portale www.inps.it con le credenziali SPID, CIE o CNS, o dall’App INPS Mobile per dispositivi Android e Apple iOS, utilizzando le credenziali personali e il servizio “Certificazione Unica”. In alternativa, è possibile fare richiesta via PEC all’indirizzo [email protected], allegando copia del documento di riconoscimento e dell’eventuale delega.

Cosa fare in caso di errori

Se dopo aver prelevato la Certificazione Unica 2023 INPS, il contribuente dovesse accorgersi di eventuali errori, deve immediatamente rivolgersi all’INPS stesso tramite i consueti canali di comunicazione. L’istituto, successivamente alla correzione, provvederà ad inviare il modello corretto all’indirizzo PEC del contribuente.

Dove recuperare la CU

Il contribuente potrà recuperare la Certificazione Unica corretta anche accedendo ai Servizi Fiscali presenti all’interno della propria area personaleMyINPS”, seguendo il percorso di navigazione sul sito www.inps.it: “I tuoi servizi e strumenti” > “Servizi fiscali e pagamenti ricevuti da INPS” > “Comunicazioni Fiscali”.

La Certificazione Unica 2023 INPS corretta riporterà nella pagina dedicata alle annotazioni il messaggio con cui si avverte che se il contribuente si avvale della dichiarazione redditi precompilata predisposta dall’Agenzia delle Entrate, dovrà procedere a modificarne il contenuto sulla base dei dati forniti nell’ultima Certificazione Unica ricevuta. In caso contrario, rischia di fare la dichiarazione dei redditi in modo sbagliato, con tutte le conseguenze del caso.

Lascia un commento