Cessione del credito: come funziona la nuova piattaforma?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
21/04/2022

La cessione dei crediti per i bonus edilizi si arricchisce ancora di novità, questa volta legate alla nuova piattaforma da utilizzare per effettuarla. Ad aggiornare il funzionamento della nuova piattaforma è stata l’Agenzia delle Entrate: cerchiamo di fare chiarezza sulla vicenda insieme.

Casa

Molti contribuenti, dopo che il governo ha deciso di reintrodurre le cessioni multiple dei crediti edilizi, sono pronti ad utilizzare la nuova piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Tale piattaforma consentirà di effettuare la cessione del credito, andando a rispettare le norme a riguardo.

Le semplificazioni coinvolgono in particolare il passaggio della comunicazione agli enti preposti, in materia di Superbonus 110% e di bonus per la casa ordinari. Approfondiamo insieme la vicenda.

Cessione del credito: ecco come accedere alla piattaforma

bonus-casa

Vediamo in primis come sarà possibile accedere alla nuova piattaforma per la cessione del credito edilizio. Il primo passo è quello di effettuare l’accesso presso il sito internet dell’Agenzia delle Entrate, in particolare nella piattaforma “Cessione crediti”. In questa sarà possibile visualizzare i crediti, accettarli o rifiutarli.

L’accesso all’Area riservata è possibile sfruttando l’identità digitale, ed in seguito seguire pochi e semplici passaggi per completare la procedura. Nel dettaglio si dovrà seguire il seguente percorso:

  • Servizi
  • Agevolazioni
  • Cessione Crediti.

Cessione crediti: dove si vede lo status del credito?

superbonus 110

Vediamo ora dove è possibile osservare qual è lo status del credito una volta effettuato l’accesso alla piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate. Il credito, in particolare se ceduto, si vede nell’area “cessione crediti”, però solo nella circostanza in cui per il credito ceduto sia stata accettata la cessione.

I crediti in seguito vengono divisi in categorie di appartenenza: crediti cedibili a chiunque e crediti cedibili solo a soggetti “qualificati”. La differenza è lampante: i primi potranno essere ceduti a qualsiasi intermediario si preferisce, mentre i secondi solo ad alcuni soggetti identificati.