Congedi per i figli in Dad: proroga e nuove regole

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
24/10/2021

Il decreto Fiscale, in fase di approvazione al Consiglio dei Ministri, dovrebbe introdurre il congedo parentale per i genitori con figli minori, fino a 14 anni, che dovranno effettuare parte degli studi in Dad. Cerchiamo di capire di cosa si occupa la norma.

New dad playing with baby in crib

Il Consiglio dei Ministri ha confermato che i congedi per i genitori con figli minori, fino a 14 anni, saranno rifinanziati con somme previste dalla riforma Fiscale. Ciò viene confermato dall’introduzione nella Legge di Bilancio delle relative somme stanziate dal governo appositamente.

La misura era già stata stanziata per il 2021, fino al 30 Giugno 2021, ma visto il ripartire dell’anno scolastico, anche tale norma verrà rimessa in sesto.

Congedi genitori con figli in Dad: si va verso la proroga

Dad

Il decreto attuativo della tanto agognata riforma Fiscale è in arrivo e dovrebbe portare con sé innumerevoli novità e proroghe. In particolare è in arrivo la conferma dei congedi per i genitori con figli minori, fino a 14 anni, che trascorreranno periodi di lezioni in Dad. Già per il 2021 la norma aveva riscontrato grande successo e quindi si è pensato di confermarla anche per il seguente anno scolastico.

Il congedo rilasciato è pari al 50% dello stipendio del genitore che dovrà rimanere a casa, che sia lavoratore autonomo o dipendente. La norma inoltre prevede che:

“oppure non svolge alcuna attività lavorativa o è sospeso dal lavoro, l’altro genitore non può fruire del medesimo congedo, salvo che sia genitore anche di altri figli minori di anni quattordici avuti da altri soggetti che non stiano fruendo di alcuna delle stesse misure“.

Quali sono le nuove regole in arrivo con la proroga?

Smart, Working

Le regole stabiliscono che in caso di eventuale positivo in una classe, tutti gli altri alunni dovranno effettuare il tampone. In caso di esito negativo più vaccinazione presente, si va verso la non costrizione della quarantena, mentre i non vaccinati dovranno andare obbligatoriamente in quarantena.

Per asili nido e infanzia la quarantena scatta in automatico e la riabilitazione alla scuola è concessa con tampone negativo almeno dopo 10 giorni.