Congedo straordinario per legge 104: cos’è, a chi spetta e importi

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
27/10/2022

L’indennità di congedo straordinario è un risarcimento che spetta ai lavoratori dipendenti con disabilità o che assistono familiari con disabilità grave ai sensi dell’articolo 3, comma 3, legge 5 febbraio 1992, n. 104. Vediamo insieme di cosa si tratta, chi può accedervi e quanto si guadagna.

cheerful-wife-helping-disabled-husband-kitchen-senior-woman-taking-grocery-paper-bag-from-handicapped-husband-wheelchair-mature-people-with-fresh-vegetables-from-market-living-with-disabl

L’indennità di congedo straordinario è un risarcimento riconosciuto ai lavoratori dipendenti con disabilità o che assistono familiari con disabilità riconosciuto per i periodi di assenza dal lavoro retribuito.

Vediamo insieme nel dettaglio come funziona l’indennità di congedo straordinario e a quanto ammonta l’importo dell’indennità.

Congedo straordinario 2022: di cosa si tratta

disabled-senior-man-wheelchair-working-from-home-laptop-kitchen-while-wife-is-cooking-breakfast-handicapped-businessman-disabilty-entrepreneur-paralysis-elderly-retired-man

L’indennità di congedo straordinario corrisponde al periodo di assenza dal lavoro retribuito concesso ai lavoratori dipendenti con disabilità o che assistano familiari con disabilità grave ai sensi dell’articolo 3, comma 3, legge 5 febbraio 1992, n. 104.

Per calcolare l’importo dell’indennità è necessario prendere in considerazione l’ultima busta paga ricevuta. Nello specifico, durante il periodo indennizzato spetta il 100% della retribuzione base, al netto di tutti gli emolumenti variabili.

Indennità di congedo straordinario 2022: massimale e durata

man-wheelchair-old-age-home

L’importo massimo per l’indennità di congedo straordinario è stato rivisto nel 2022, come ogni anno.

Per l’anno in corso, l’importo massimo dell’indennità è pari a 37.341 euro annui, ossia 102,30 euro al giorno. Questo periodo è considerato anche ai fini della pensione, in quanto al lavoratore viene riconosciuta – per tutti i due anni di congedo – la relativa contribuzione figurativa, per quale è previsto un ulteriore massimale che per il 2022 è pari a 12.322,53 euro annui.

Complessivamente, dunque, l’importo massimo indennizzabile è di 49.633,38 euro l’anno.

A chi spetta

nurse-holding-senior-man-s-hands-for-comfort

La legge prevede un preciso ordine di priorità per la fruizione dell’agevolazione. Nello specifico, essa spetta a:

  • coniuge, parte dell’unione civile o convivente di fatto del disabile grave;
  • padre o madre (adottivi o affidatari) della persona disabile grave, in caso di mancanza, decesso o possesso di patologie invalidanti del coniuge convivente;
  • figlio convivente della persona con disabilità, se il coniuge convivente o i genitori siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti;
  • fratello o sorella convivente del soggetto disabile, se il coniuge convivente, entrambi i genitori e i figli conviventi siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti;
  • parenti o affini entro il terzo grado conviventi della persona disabile grave, se tutti gli altri soggetti sopra elencati siano mancanti, deceduti o affetti da patologie invalidanti.

Ogni lavoratore ha diritto a un massimo di 2 anni di congedo straordinario. Tale limite vale sia per la persona che si assiste che per chi usufruisce del congedo.