Contributi a fondo perduto 2022 bloccati: quando arrivano?

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
11/03/2022

Della vasta schiera dei contributi a fondo perduto previsti nel decreto Sostegni ter non c’è alcuna traccia. Nonostante la conferma ufficiale di gran parte delle misure, per molte di queste mancano ancora le istruzioni per fare domanda. Vediamo cosa sta succedendo e quando potrebbero sbloccarsi.

money-1005476_1920

Il decreto Sostegni ter ha introdotto un gran numero di contributi a fondo perduto per il 2022, destinati al turismo, alle discoteche ma anche a numerose altre tipologie di attività.

Giunti quasi alla fine del primo trimestre dell’anno, tuttavia, non è stato avviato nemmeno un pagamento: per la maggior parte di queste misure, addirittura, mancano ancora le indicazioni relative alle tempistiche e alle modalità per fare domanda.

Vediamo insieme cosa sta succedendo e quali potrebbero essere i prossimi passi.

Contributi a fondo perduto: la lista degli aiuti bloccati

office-with-documents-money-accounts-min

Il decreto Sostegni ter ha previsto una serie di contributi a fondo perduto destinati a diverse categorie di attività. Ad oggi, tuttavia, molti di questi sono congelati, in attesa delle istruzioni da parte dei relativi Ministeri. Questi i principali beneficiari delle misure di sostegno già ufficializzate per il 2022:

  • attività chiuse (per almeno 100 giorni dal 1° gennaio 2021 al 25 luglio 2021);
  • commercianti al dettaglio;
  • ristoranti e bar;
  • settore sportivo;
  • parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici;
  • attività che si occupano di gestione di piscine;
  • commercio dei prodotti tessili, della moda, del calzaturiero e della pelletteria, articoli di abbigliamento, calzature e articoli in pelle;
  • turismo, alloggi turistici, agenzie e tour operator;
  • parchi divertimenti e parchi tematici;
  • stabilimenti termali;
  • discoteche, sale giochi e biliardi, sale Bingo, musei e gestioni di stazioni per autobus, funicolari e seggiovie;
  • spettacolo, cinema e audiovisivo;
  • attività di organizzazione di eventi.

Cosa sta accadendo?

money-3481757_1920

Per quanto riguarda le tempistiche, è bene specificare che non è possibile dare una stima precisa su quanto bisognerà ancora attendere.

Non si tratta, infatti, di un intoppo relativo ai pagamenti: il problema principale è che, per molte di queste misure, ancora non sono state pubblicate le istruzioni per presentare domanda.

Prima di procedere con i pagamenti, di conseguenza, sarà necessario considerare anche i tempi tecnici che di solito vengono dati ai richiedenti per la presentazione della domanda. Le erogazioni dei contributi a fondo perduto inizieranno solamente nel momento in cui si saranno concluse le procedure di domanda e i successivi controlli sul possesso dei requisiti.