Contributi a fondo perduto: chi ne ha diritto?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
27/01/2022

Vi sono nuovi contributi a fondo perduto spettanti per un determinato settore. Si tratta del settore sportivo, per il quale è prevista anche la copertura delle spese sanitarie, introdotta nel decreto Sostegni ter. Approfondiamo la questione insieme.

Sport

Il decreto Sostegni ter ha introdotto nuovi ristori spettanti per i settori più in difficoltà a causa della pandemia. Tra questi vi è il settore dello sport, per il quale sono previsti degli aiuti a fondo perduto e di copertura delle spese sanitarie. Si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto, in modo tale che divenga attuativo.

Vediamo insieme quali sono i requisiti principali per accedere agli aiuti a fondo perduto nel settore sportivo.

Aiuti a fondo perduto e per spese sanitarie: ecco a chi spettano

Sport

Vediamo in primis a chi sono diretti i nuovi ristori previste dal decreto Sostegni ter. Va detto che il settore sportivo è uno dei più coinvolti, in quanto a questo sono destinate molte somme (circa 20 milioni di euro). Le spese però devono rientrare in determinate categorie meritevoli di assistenza. Le spese devo riguardare:

  • la sanificazione;
  • la prevenzione;
  • l’effettuazione di test di diagnosi dell’infezione da COVID-19.

I soggetti che possono richiederli sono:

  • le società sportive professionistiche;
  • le società e associazioni sportive dilettantistiche iscritte al relativo registro nazionale.

Come fare domanda per ottenere i ristori?

Sport

Vediamo ora invece come è possibile effettuare domanda per ottenere le somme spettanti. Il decreto come abbiamo visto, mira a raggiungere le associazioni e società sportive dilettantistiche che gestiscono impianti sportivi. Gran parte del fondo creato, circa 30 milioni di euro, spetterà alle società attive nel settore del nuoto.

Le modalità di presentazione delle domande per ottenere i fondi, dovranno essere esposte da ogni singola associazione che regola la disciplina di un determinato sport. E’ ovvio che prima di procedere con la richiesta, è necessario che il decreto venga definitivamente iscritto nella Gazzetta Ufficiale