Contributi a fondo perduto turismo: requisiti, importi e come richiederli

Il Ministero del Turismo ha pubblicato sul proprio sito internet le linee guida per richiedere i contributi a fondo perduto destinati agli operatori del turismo. Vediamo nel dettaglio quanti fondi sono stati stanziati e quali categorie di soggetti potranno domandarli.

1907.i511.002_travel agency-min

Il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia ha annunciato la pubblicazione online delle linee guida relative all’erogazione dei nuovi contributi a fondo perduto destinati al settore del turismo.

Sono stati stanziati circa 800 milioni di euro: vediamo insieme come verranno ripartiti e quali sono i requisiti fissati dal Governo per poter accedere a questi aiuti.

Contributi turismo: a chi spettano

cable-car-g149ee1fc1_1920

I nuovi contributi a fondo perduto destinati agli operatori del turismo partiranno a breve. Il Ministero del Turismo ha infatti pubblicato sul proprio sito un documento contenente le linee guida e le istruzioni da seguire per richiedere gli aiuti.

Ecco le categorie che potranno beneficiare dei contributi:

  • agenzie di viaggio e tour operator;
  • agenzie di animazione per feste e villaggi turistici;
  • enti gestori a fini turistici di siti speleologici e grotte;
  • esercenti attività di impianti di risalita a fune all’interno dei comprensori sciistici.

Contributi turismo: i fondi

money-1005479_1920

I fondi stanziati dal Ministero del Turismo verranno ripartiti nel seguente modo:

  • 128 milioni di euro ai beneficiari del ristoro automatico;
  • 430 milioni di euro agli esercenti impianti di risalita a fune nei comuni in comprensori sciistici;
  • 32 milioni di euro alle agenzie di viaggio e ai tour operator che non hanno presentato istanza di contributo ai sensi dell’art. 4 del decreto dirigenziale del 15 settembre 2020 – rep. 35, recante avviso pubblico, ai sensi del decreto ministeriale del 12 agosto 2020;
  • 10 milioni di euro alle agenzie di animazione per i villaggi turistici;
  • 2 milioni di euro agli enti gestori a fini turistici di siti speleologici e grotte.

Contributi turismo: come richiederli

businessman-checking-documents-table-min

Negli avvisi pubblicati dal ministero del Turismo sul proprio sito sono contenute anche le indicazioni da seguire per domandare i contributi.

Dal momento in cui sarà attivata la piattaforma, l’utente, accedendo tramite SPID, CIE o CNS, potrà delegare la presentazione dell’istanza ad un soggetto terzo, rilasciare dichiarazioni autocertificate e inoltrare la domanda di contributo firmata digitalmente dal soggetto interessato o dal delegato, con conseguente rilascio della ricevuta di avvenuta presentazione e trasmissione dell’istanza in formato PDF.

I dati specifici da inserire cambiano poi in base alla categoria a cui si appartiene.

Lascia un commento