Contributi attività chiuse e discoteche: scadenza, importi e requisiti

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
02/12/2021

L’Agenzia delle Entrate ha reso note in data 29 novembre 2021 le istruzioni per domandare i contributi a fondo perduto destinati alle discoteche e alle attività chiuse causa Covid. Vediamo nel dettaglio le scadenze, i requisiti per accedere alla misura e gli importi erogabili.

Discoteche

Aprirà dal prossimo 2 dicembre la fase per inoltrare le domande dei nuovi contributi a fondo perduto rivolti alle discoteche e alle attività chiuse a causa del Covid.

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le ultime indicazioni sulla misura, rendendo noti i requisiti per potervi accedere e gli importi massimi che possono essere erogati: vediamo insieme tutte le novità.

Contributi attività chiuse e discoteche: a chi spettano

money-notepad-and-calculator-on-the-table (1)-min

L’Agenzia delle Entrate ha fissato le linee guida da seguire per ricevere i nuovi contributi a fondo perduto destinati:

  • alle attività chiuse per almeno 100 giorni tra il 1° gennaio e il 25 luglio 2021;
  • alle discoteche che hanno subito una chiusura prolungata rispetto alle altre attività.

Per quanto riguarda le attività chiuse, possono richiedere le somme:


Leggi anche: Attività chiuse e discoteche, contributi in scadenza: come richiederli

  • quelle con partita IVA attiva in data antecedente al 26 maggio 2021;
  • quelle la cui attività prevalente risultante all’Anagrafe Tributaria alla data del 26 maggio 2021 è individuata dai codici ATECO 2007 elencati nell’allegato 1 del decreto MiSE del 9 settembre 2021.

Per quanto riguarda le discoteche, invece, i contributi sono riservati:

  • a quelle che hanno attivato la partita Iva in data antecedente al 23 luglio 2021;
  • a quelle la cui attività prevalente risultante all’Anagrafe Tributaria alla data del 23 luglio 2021 è individuata dal codice Ateco 2007 “93.29.10” (discoteche, sale da ballo, night-club e simili).

Contributi attività chiuse e discoteche: importi e domande

money-1005464_1920

Le domande per i contributi a fondo perduto vanno inoltrate dal 2 al 28 dicembre 2021 tramite l’apposita sezione sul sito dell’Agenzia delle Entrate, indicando al momento della compilazione le seguenti informazioni:

  • il possesso dei requisiti previsti;
  • la condizione che emerge dalla verifica del mancato superamento dei limiti massimi;
  • l’elenco degli aiuti ricevuti;
  • i codici fiscali dei soggetti che appartengono all’impresa unica.

Per quanto riguarda gli importi erogabili alle attività chiuse bisogna tenere conto dei ricavi e dei compensi relativi al 2019:

  • per ricavi e compensi fino a 400 mila euro è previsto un contributo di 3 mila euro;
  • per ricavi e compensi oltre i 400 mila euro e fino a un 1 milione, il contributo è di 7.500 euro;
  • per i ricavi e compensi superiori ad 1 milione di euro, il contributo ammonta a 12 mila euro.

Per le discoteche, invece, l’importo massimo previsto è di 25 mila euro.


Potrebbe interessarti: Contributi a fondo perduto per attività chiuse: importi, requisiti e beneficiari

È importante ricordare, infine, che i due contributi non sono alternativi: di conseguenza, le discoteche in possesso di tutti i requisiti possono presentare domanda per entrambi.