Contributi Covid partite IVA: importi, scadenza e a chi spettano

28/09/2021

Partite IVA: c’è tempo fino alle 23:59 del prossimo 30 novembre per presentare domanda per i nuovi contributi a fondo perduto inseriti dal Governo Draghi nel decreto Sostegni bis. Vediamo insieme gli importi e quali lavoratori professionisti e autonomi potranno beneficiare degli aiuti.

office-with-documents-money-accounts-min

Scade il 30 settembre 2021 il termine ultimo per inoltrare all’INPS la richiesta per ottenere i nuovi contributi a fondo perduto anti-Covid, sbloccati dal decreto Sostegni bis e rivolti a partite IVA e professionisti danneggiati dall’emergenza pandemica.

Vediamo nel dettaglio a quanto ammonta l’indennità, chi sono i potenziali beneficiari e qual’è la procedura da seguire per presentare correttamente ed in tempo la domanda.

Contributi Covid partite IVA: scadenze e a chi spettano

money-5885626_1920

Le partite IVA e i professionisti che non hanno beneficiato dei contributi a fondo perduto del primo decreto Sostegni avranno tempo fino alle 23:59 di giovedì 30 settembre per provare ad ottenere i nuovi aiuti stanziati dal decreto Sostegni bis.


Leggi anche: Buste paga, premi per gli statali: importi e a chi spettano

Scade l’ultimo giorno del mese in corso, infatti, il tempo utile per inoltrare la domanda all’INPS. Come?

È sufficiente collegarsi al portale web dell’Istituto e seguire le istruzioni relative ai nuovi contributi a fondo perduto per le partite IVA. In alternativa, è possibile rivolgersi al contact center (803 164 da rete fissa, 06 164164 da rete mobile).

Le categorie di lavoratori ammesse ai nuovi bonus Covid sono:

  • i lavoratori dello spettacolo;
  • gli autonomi occasionali;
  • gli incaricati di vendita a domicilio;
  • gli intermittenti;
  • i subordinati a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • gli stagionali e i somministrati dei settori del turismo e degli stabilimenti termali;
  • gli stagionali e i somministrati appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;
  • gli operai agricoli a tempo determinato;
  • i pescatori autonomi.

Contributi Covid partite IVA: gli importi

money-1005476_1920

Per quanto riguarda gli importi dei nuovi contributi a fondo perduto, è stata individuata una quota minima ed un limite massimo di euro che ogni singolo lavoratore potrà richiedere.

Il decreto Sostegni bis, nello specifico, prevede l’erogazione di un’indennità massima pari a 1.600 euro a partita IVA, mentre l’importo minimo è stato fissato a 800 euro.

Ricordiamo, infine, che i lavoratori già beneficiari dei contributi previsti dal primo decreto Sostegni riceveranno automaticamente il pagamento delle nuove somme, senza dover presentare alcuna domanda.

 

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureando in Management Internazionale
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica