Contributo a fondo perduto affitto 2021: requisiti e importi

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
22/08/2021

L’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni per ottenere il contributo a fondo perduto a cui si ha diritto in caso di riduzione del canone di locazione dell’immobile affittato. Vediamo insieme quali sono i requisiti e come calcolare l’importo del contributo.

house-167734_1920

Sono state rese note dall’Agenzia delle Entrate tutte le linee guida sul contributo a fondo perduto per l’affitto, ottenibile da quei proprietari di immobili che durante la pandemia hanno ridotto i canoni di locazione.

L’agevolazione, che può raggiungere la somma massima di 1.200 euro, potrà essere richiesta entro il prossimo 6 settembre e verrà erogata successivamente al 31 dicembre 2021.

Vediamo nel dettaglio quali sono i requisiti e gli importi del contributo.

Contributo a fondo perduto affitto 2021: come funziona

hands-of-agent-and-client-shaking-hands-after-signed-contract-buy-new-apartment-min

Il contributo a fondo perduto affitto è stato introdotto tramite il decreto legge n.137 del 28 ottobre 2020 e prevede un’agevolazione dal valore massimo di 1.200 euro a favore dei proprietari che hanno ridotto i canoni di locazione dei propri immobili durante la pandemia da Covid-19.

Di seguito i requisiti richiesti per poter presentare domanda per il contributo:

  • il contratto di locazione deve riguardare un immobile adibito ad uso abitativo,
  • l’immobile deve essere situato in un comune ad alta tensione abitativa;
  • la locazione deve risultare in essere alla data del 29 ottobre 2020;
  • il contratto di locazione deve essere stato rinegoziato a partire dal 25 dicembre 2020, in diminuzione per tutto il 2021 o per una parte dell’anno;
  • la rinegoziazione con riduzione del canone di locazione deve essere comunicata all’Agenzia delle entro il 31 dicembre 2021.

Contributo a fondo perduto 2021: come calcolare l’importo

closeup-shot-of-a-person-thinking-of-buying-or-selling-a-house-min

L’importo del contributo erogato a favore del proprietario dell’immobile è pari al 50% della somma complessiva delle rinegoziazioni in diminuzione contrattate con l’affittuario per il 2021 o per una parte dell’anno.

Nel caso in cui vi siano più locatori, l’importo delle rinegoziazioni è attribuito al singolo sulla base della percentuale di possesso dell’immobile.

Come già detto, la somma massima erogabile per ogni affitto è pari a 1.200 euro e il versamento viene effettuato dall’Agenzia delle Entrate direttamente sul conto corrente indicato al momento della presentazione della domanda.