Crediti energia alle imprese: come funzionano?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
06/10/2022

Preoccupa l’andamento del prezzo dell’energia, che si staglia a livelli molto elevati, in particolare nel passaggio dal terzo al quarto trimestre 2022. I provvedimenti cercano di tenere il ritmo degli aumenti, ma i bonus sono aumentati solo del 30%. Vediamo quali potrebbero essere le mosse del nuovo governo.

caro-bollette-infografica-costo-energia-elettrodomestici

Il governo ha intenzione di aumentare i bonus energia per le imprese, per cercare di allinearsi con gli aumenti dei costi che stanno colpendo le imprese italiane, in particolare nel quarto trimestre. Questi interventi purtroppo non riescono a tenere il passo degli aumenti di prezzo dell’energia, facendo pensare che sarà necessario intervenire ancora.

Approfondiamo la questione nel seguente articolo insieme.

Energia: il prezzo è più che raddoppiato

Energia

I prezzi dell’energia stanno preoccupando e non poco il governo e tutti gli addetti ai lavori. In questo scenario si sta cercando di assistere il più possibile le imprese, andando ad incrementare i bonus energivori, ma questo sembra non essere sufficiente. Solo nel mese di Settembre infatti il Pun è quasi raddoppiato rispetto al trimestre precedente passando in media da 249,1 a 471,5 euro al megawattora (MWh).

Ad essere rimasti invariati sono i crediti d’imposta per le imprese, che si sono fermati al 15% per le imprese non energivore e al 25% per tutte le altre imprese. Il decreto Aiuti ter è intervenuto portando tali aiuti al 30%, ma questo non è sufficiente a coprire gli aumenti.

Energia: cosa accadrà a Novembre e Dicembre?

energia rinnovabile aziende it

Vediamo ora cosa succederà nel mese di Novembre e Dicembre a livello di prezzo dell’energia. Come detto, mentre nel periodo Luglio-Settembre il prezzo unico medio è raddoppiato, il tax credit è rimasto invariato al 15%, creando una forbice importante che reso molto difficile la vita per le imprese.  Perciò, a parità di consumi, il maggior costo per l’elettricità rimasto a carico delle aziende, al netto del bonus, è cresciuto in valore assoluto.

Per i mesi di Novembre e Dicembre il tax credit verrà raddoppiato arrivando al 30%, ma la corsa dei rincari sembra essere inarrestabile e dunque non sarà sufficiente.