Crolla l’economia italiana: come risollevarla?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
07/05/2022

L’economia italiana è sempre più in difficoltà, in particolare se si considerano gli ultimi eventi geo-politici che stanno facendo tremare i governi mondiali. Il Centro Studi Confindustria ha lanciato l’allarme, in considerazione del crollo del PIL: approfondiamo la questione cercando di capire come si può risollevare l’economia italiana.

Soldi

Il proseguire senza spiragli di pace del conflitto in Ucraina, sta facendo crollare le economie europee e mondiali. Le più colpite sono quelle particolarmente legate con la Russia, in particolare dal punto di vista energetico. L’Italia è una di queste, con quasi il 50% del fabbisogno attuale che viene coperto da fonti russe.

Le conseguenze sul Pil italiano sono catastrofiche, con dati in calo sia per Marzo che per Aprile. Approfondiamo la questione.

Economia italiana: Pil a picco a Marzo e Aprile

Petrolio

Come detto, il Centro Studi di Confindustria ha elaborato i dati relativi ai mesi di Marzo e Aprile e il risultato mostra un netto calo della produzione industriale. Le motivazioni sono riconducibili all’aumento del costo della vita che ha portato gli italiani a non spendere il denaro e puntare forte sul risparmio.

La variazione negativa del Pil è stata valutata al -2,5% ad Aprile e anche per tutto il secondo trimestre del 2022. Ad influire sono anche le carenze in termini di materiali e di richiesta che fanno in modo che gli ordini siano fortemente diminuiti.

Crollo Pil: cosa ha influito?

Gas

Vediamo quali sono i fattori che stanno influendo maggiormente sulla discesa del Pil in Italia. Il primo fattore è sicuramente quello legato al prezzo delle commodity, in particolare il gas. Il prezzo del gas naturale ad oggi è circa il 700% più alto di quello attestato al 2019, ultimo anno prima della pandemia.

Anche il petrolio ha subito un forte rialzo, seppur di magnitudo inferiore: il greggio del Mare del Nord ha un prezzo il 56% più alto rispetto a quanto era prima della pandemia. Tali aumenti hanno sicuramente causato dei disagi alle economie globali. I governo sono al lavoro per ristabilire l’equilibrio: ci riusciranno il prima possibile?