Crypto e Metaverso: a Monaco prime leggi ad hoc

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
07/08/2022

Uno dei primi stati a regolamentare l’utilizzo delle criptovalute e del Metaverso è Montacarlo. Il Principato da sempre popolato da personaggi molto ricchi, ha deciso di introdurre una legge quadro con cui andare a regolamentare il mondo digitale e i prestatori di servizi. Approfondiamo insieme la questione.

Cripto

Quello che sta avvenendo a Montecarlo sotto il profilo delle criptovalute è unico e sicuramente fungerà da tracciante per moltissimi altri stati. Si è andati per la prima volta a regolamentare il mondo delle criptovalute e del metaverso. E’ chiaro che una simile avanguardia è anche soggetta ad alcuni aspetti critici, ma si tratta di una grandissima novità che merita di essere approfondita.

Vediamo di cosa si tratta, quali sono i punti forti e deboli della nuova legge quadro sulle monete digitali.

Montecarlo: ecco la legge-quadro per le cryptovalute e il Metaverso

Cripto

Andiamo ad approfondire il tema relativo all’introduzione della legge quadro n. 1528 del 2022. La norma è stata introdotta dal legislatore monegasco, con l’intento di porre un primo importantissimo step circa le monete digitali e il loro utilizzo. La legge è stata introdotta il 7 Luglio 2022, ed è ufficialmente in vigore dal 23 Luglio 2022.

La nuova legge va ad impattare su altre tre norme che regolavano temi relativi alle monete digitali ossia:

la Legge n. 1383/2011 “Pour une Principauté numérique”
– la Legge n. 1491/2020 “Offres de jetons
– la Legge n. 1362/2009 “Lutte contre le blanchiment de capitaux, le financement du terrorisme et la corruption”.

Con i nuovi interventi si va ad avere un panorama normativo mai visto prima, sicuramente non esente da problematiche e punti deboli, ma che scuramente farà strada anche per gli altri legislatori, europei e non.

Legge crypto Monaco: quali sono le novità?

bitcoin-4353069_1920

Vediamo ora quali sono le novità introdotte dalla nuova legge-quadro 1528 del 2022. Vengono in primis definite le attività digitali, come:

rappresentazione digitale di un valore, di un bene o di un diritto di natura patrimoniale.

In seguito viene anche data definizione al token, definendolo bene immateriale in forma digitale, creato, gestito e trasferito con e attraverso la blockchain. Molto innovativa è l’introduzione delle definizioni di avatar e Metaverso. Vediamole insieme:

  • Avatar: “una forma digitale scelta da un utilizzatore per rappresentare sé stesso, graficamente, in un metaverso”.

  • Metaverso: “una piattaforma persistente e sincrona che crea uno o più universi virtuali immersivi nei quali vengono proposti prodotti e servizi a utilizzatori in forma digitale (avatars) che possono trasferirvisi ed interagire fra di loro socialmente ed economicamente”.