Decreto Aiuti: quali sono le novità?

Si tratta di uno dei decreti più discussi degli ultimi anni, capace di far rassegnare le dimissioni al premier Mario Draghi. Il decreto Aiuti porterà moltissime novità, dal Superbonus 110% fino ad arrivare al famoso bonus 200 euro. Vediamo le novità e quando saranno attuate.

superbonus 110

Viene considerato il decreto colpevole di aver fatto quasi saltar il governo Draghi, che dopo la mancata fiducia del Movimento 5 Stelle aveva rassegnato le dimissioni nelle mani del Presidente della Repubblica. In seguito respinte, la crisi di governo sembra per ora essere scongiurata, con il decreto Aiuti che è riuscito ad ottenere l’ok del Senato.

Ma cosa contiene il decreto? Quali novità verranno introdotte dopo la sua approvazione?

Decreto Aiuti: via alle cessioni dei crediti del Superbonus 110%

Soldi

Tra gli argomenti più caldi vi è il via allo sblocco delle cessioni per i crediti edilizi del Superbonus 110%. Queste saranno possibili anche più di una volta, sia a mezzo banca ma anche tra professionisti e partite IVA. Qualche mese fa si era posto il limite di massimo una cessione, che aveva creato scompiglio, a causa della mancanza di appetibilità dei crediti per le banche.

Ma non solo: il decreto Aiuti introdurrà anche misure innovative, come la questione degli affitti brevi a Venezia, decisione presa per tutelare la città e le sue bellezze. Ma non finisce qui.

Decreto Aiuti: via al bonus 200 euro

cash soldi pagamenti

Tra le altre misure introdotte vi è anche il bonus 200 euro, ormai sulla bocca di tutti dai primi giorni di Maggio 2022. Questo verrà erogato a chi è in possesso di determinati requisiti, tra cui quello di non aver avuto redditi superiori alle 35 mila euro per il 2021. L’obiettivo del bonus è quello di garantire al più vasto numero di dipendenti italiani la possibilità di contare su un’entrata in più per fronteggiare l’inflazione.

Tra i temi trattati vi è anche quello del termovalorizzatore di Roma: la Capitale sta vivendo un momento di crisi dei rifiuti, anche a causa dei recenti incendi che si sono sviluppati. Urge attuare un nuovo piano per lo smaltimento dei rifiuti, che potrebbe portare all’apertura di un nuovo centro di smaltimento.

 

 

Lascia un commento