Decreto Anticipi: tutti gli interventi previsti

Il Decreto Legge Anticipi al Senato ha iniziato le votazioni, ma scontri e tensioni emergono, soprattutto su emendamenti quali l’esonero IVA per la chirurgia estetica e il bonus psicologico. 

money-2

Le votazioni per il Decreto Legge Anticipi hanno preso il via presso la commissione Bilancio del Senato.

Tuttavia, emergono tensioni notevoli, specialmente riguardo al maxi emendamento al decreto, scatenando un confronto tra maggioranza e opposizioni su questioni come lo sconto fiscale per lavori estetici e il bonus psicologico.

Esonero IVA per chirurgia estetica

money-1-min

Uno degli emendamenti d’interesse riguarda l’esenzione dall’IVA per la chirurgia estetica, ma con specifiche restrizioni. L’esenzione si applicherà solo agli interventi terapeutici certificati da un medico e finalizzati al benessere fisico o alla cura di patologie.

Bonus psicologo e la riforma dell’infrastruttura stradale

C’è convergenza sia nella maggioranza che nell’opposizione riguardo all’incremento delle risorse del bonus psicologo da 5 a 10 milioni di euro per il 2023.

In parallelo, un emendamento mira a restituire la concessione dell’A24-A25 alla Strada dei Parchi del Gruppo Toto dal 1° gennaio 2024, dopo dispute legali con il governo.

Regolamentazioni sugli affitti brevi

Il governo introduce nuove regolamentazioni sugli affitti brevi, compreso il Cin, un Codice Identificativo Nazionale per le locazioni turistiche.

Le associazioni di categoria esprimono soddisfazione per alcuni provvedimenti, ma disaccordo per altre disposizioni che potrebbero scoraggiare gli investimenti immobiliari.

Gli altri emendamenti approvati

Un emendamento approvato stabilisce l’applicazione dell’aliquota IVA al 10% per tutti gli integratori alimentari. Inoltre, conferma il diritto del contribuente di usufruire dell’assistenza di un professionista durante le verifiche fiscali.

Proroga dello smart working e riforme fiscali

La proroga dello smart working per lavoratori fragili e genitori di figli under 14 fino al giugno 2024 è stata proposta nel Decreto Legge Anticipi. Allo stesso tempo, sono state introdotte modifiche rilevanti per le regole fiscali.

Lascia un commento