Def, dal militare alle pensioni: cosa verrà approvato?

Si avvicina il giorno in cui verrà approvato il nuovo Def, ossia il documento economia e finanza, in cui verranno introdotte delle misure da parte del governo. Gli scostamenti di bilancio potrebbero aver ad oggetto il settore militare, ma anche la riforma del sistema pensionistico: approfondiamo insieme la vicenda.

mario-draghi-1

Il provvedimento, che segnerà quali spese saranno approvate per lo scostamento di bilancio, dovrebbe essere approvato in via eccezionale con largo anticipo rispetto alla usuale scadenza del 10 Aprile. Le questioni guerra in Ucraina e conseguenti aumenti di bollette e carburanti, sono questione di massima priorità.

Non vanno dimenticate però anche quali erano le urgenze ante-crisi, ossia la riforma del sistema pensionistico e la definitiva ripresa economica post pandemia.

Def: via libera alle spese militari?

Guerra

Uno dei crocevia principali delle trattative politiche legate al nuovo Documento di economia e finanza, è sicuramente quello delle spese per ampliare il settore militare. L’Italia, in quanto paese NATO, si trova a dover rispettare le decisioni che verranno prese nel consiglio Nord Atlantico che si terrà la prossima settimana.

Nell’incontro del 6 Aprile verrà fatto il punto sulla questione Ucraina, e non si escludono decisioni rivolte ad aumentare il potenziale bellico dei paesi alleati. L’Italia ha in programma di stanziare circa il 2% del PIL proprio in questa direzione, ma la decisine non trova tutti in accordo.

Def: oltre al militare, spazio anche alla riforma delle pensioni?

Pensioni

Altro argomento spinoso per il governo e la maggioranza è quello sulla riforma del sistema pensionistico. Questa infatti è già stata rimandata da Draghi, giustificando una sua previsione nella Legge di Bilancio in quanto “è necessario avere più tempo per strutturarla”.

In tal senso, erano stati aperti dei tavoli di incontro tra esecutivo e sindacati, volti proprio a trovare un’intesa sulle pensioni, ma lo scoppio dello scontro bellico ha interrotto bruscamente le trattative. Pria dell’approvazione del Def è possibile che i sindacati vengano convocati nuovamente, per discutere di una bozza in vista della prossima legge di Bilancio.

Lascia un commento