Detrazione figli a carico: chi ne ha diritto?

23/11/2021

Il 1° Marzo 2022 entrerà in vigore il nuovo assegno unico e c’è curiosità per capire se alcune famiglie avranno ancora diritto alle detrazioni riguardanti i figli a carico. Cerchiamo di fare chiarezza e di analizzare la nuova norma per comprendere cosa succederà.

Bambini

Le regole riguardanti il funzionamento del nuovo assegno unico, che entrerà in vigore a partire dal 1° Marzo 2022, sono state delineate e sono in attesa del decreto che le renda operative. Ma cosa accadrà per le detrazioni per i figli a carico? Sicuramente le nuove detrazioni saranno ricalibrate seguendo nuovi parametri: cercheremo di capire quali sono e quali famiglie avranno ancora diritto all’agevolazione.

Detrazioni figli a carico: ecco le famiglie che ne avranno ancora diritto

Bambini

Il nuovo decreto attuativo che modificherà il funzionamento dell’assegno unico, porterà grandi novità. In particolare tutte le agevolazioni rientranti nella sfera familiare, cadranno nell’assegno unico, causando quindi un accentramento del sistema.


Leggi anche: Modello 730: detrazioni per coniuge a carico

Per quanto riguarda le famiglie che continueranno ad ottenere l’assegno unico, sono quelle che hanno figli con al massimo 21 anni di età, i cui importi saranno stabiliti con l’ISEE. Dunque le detrazioni, per esclusione, arriveranno per le famiglie che hanno figli con età superiore a 21 anni di età.

Quali sono le novità dell’assegno unico 2022?

cash soldi pagamenti

Vediamo ora quali novità porterà il nuovo modello di assegno unico, che entrerà in vigore dal 1° Marzo 2022. Capiamo innanzitutto cosa si intende per figli fiscalmente a carico. Si tratta di quei figli che:

  • hanno meno di 24 anni e producono reddito superiore 4.000 euro nel periodo d’imposta di riferimento;
  • superati i 24 anni, producono reddito per 2.840,51 euro (stessa soglia prevista per gli altri familiari a carico).

La novità più importante riguarda le famiglie numerose, ossia che hanno a carico almeno 4 figli: per queste era già prevista in origine una detrazione dal 12oo euro, che però verrà cancellata dal nuovo decreto. Le regole invece per ottenere le detrazioni non subiranno variazioni importanti.

Mattia Anastasi
  • Laureato in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
  • Laureando in Finanza e Metodi Quantitativi per l'Economia curriculum in Assicurazioni
  • Esperto in: Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica