Dichiarazione dei redditi 2023: doppio bonus per persone con cecità

Le persone con cecità possono beneficiare di un doppio bonus tramite la dichiarazione dei redditi. Nello specifico, hanno la possibilità di detrarre le spese di acquisto e mantenimento dei cani guida. Vediamo insieme come funziona.

blind-man-people-with-disability-handicapped-person-and-everyday-life-visually-impaired-man-with-walking-stick-descending-steps-in-city-park-min

Il Governo Italiano offre due bonus fiscali alle persone con cecità, ma solo a condizione che venga presentata la dichiarazione dei redditi. Questi bonus permettono di ridurre l’IRPEF dovuta e di conseguenza di avere un minor debito d’imposta, o addirittura di maturare un credito che può essere chiesto a rimborso oppure in compensazione. Vediamo insieme quali sono.

Dichiarazione dei redditi: bonus per persone con cecità

Disabile

Tramite la dichiarazione dei redditi, i ciechi possono beneficiare di alcuni bonus. Quest’ultimi rappresentano un importante supporto economico per le persone con cecità e per il mantenimento dei loro cani guida, ma è necessario che siano rispettate alcune condizioni e che venga presentata la dichiarazione dei redditi.

Detrazione del 19% per l’acquisto di cani guida

Il primo bonus è una detrazione del 19% delle spese sostenute per l’acquisto dei cani guida, che spetta una sola volta ogni 4 anni, a meno che l’animale venga perso. Questa detrazione non ha un limite massimo di spesa ed è applicabile a tutte le spese sostenute per l’acquisto del cane guida.

Il bonus può essere richiesto dal diretto interessato o da un suo familiare fiscalmente a carico, ma è necessario che la spesa sia stata pagata con un metodo tracciabile, come il bonifico, le carte di credito o debito, o l’assegno. È possibile richiedere la detrazione in unica soluzione o in quattro quote di pari importo.

Detrazione per le spese di mantenimento

Il secondo bonus è una detrazione forfetizzata di 1.000 euro per le spese di mantenimento del cane guida. La detrazione varia in base all’importo del reddito complessivo, e spetta per intero ai titolari di reddito fino a 120.000 euro, mentre diminuisce fino ad azzerarsi per i redditi superiori a 240.000 euro. La detrazione forfetizzata può essere richiesta al rigo E81 del Modello 730 o RP82 del Modello Redditi Persone Fisiche e non richiede alcuna documentazione della spesa di mantenimento, ma solo la verifica del possesso del cane.

Requisiti d’accesso

Per poter beneficiare di questi bonus, è necessario essere ciechi, dunque persone colpite da cecità assoluta, parziale o che hanno un residuo visivo non superiore a un decimo ad entrambi gli occhi con eventuale correzione. La definizione esatta è contenuta negli articoli 2, 3 e 4 della legge n. 138 del 2001.

Lascia un commento