Dichiarazione dei redditi: nuova scadenza per le spese sanitarie

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
22/01/2023

Il nuovo decreto della Ragioneria dello Stato ha pubblicato l’elenco delle date entro cui vanno presentate le dichiarazioni dei redditi per le differenti modalità. Il modello 730 si avvicina alla scadenza di invio, ed è importante essere a conoscenza delle scadenze onde evitare di incorrere in sanzioni. Approfondiamo insieme nel seguente articolo.

agenzia-delle-entrate-1200×675

Con l’inizio del 2023 sono moltissime le novità che hanno modificato la vita degli italiani: dall’aumento dei prezzi dei carburanti fino ai prezzi delle bollette. Oltre a questo, si avvicina la scadenza entro cui presentare il modello 730, che varia in base alla tipologia di prodotti.

Vediamo le particolarità di ogni aspetto insieme nei prossimi paragrafi.

Modello 730: come trattare le spese sanitarie?

agenzia-delle-entrate

Vediamo in primis come devono essere trattate le spese sanitarie nel modello 730 da utilizzare per la dichiarazione dei redditi. Approfondiamo nei prossimi paragrafi chi è tenuto alla presentazione delle spese all’interno del modello 730 e come fare.

Modello 730: chi può inserire le spese sanitarie?

Cerchiamo di capire chi sono coloro che possono inserire nel modello 730 le spese sanitarie. Si tratta di una procedura che riguarda solamente i contribuenti autonomi titolari d’impresa o che lavorano tramite la partita iva. Per tutte le altre categorie nulla è dovuto a riguardo.

Modello 730: come inserire le spese sanitarie?

Vediamo ora come si possono inserire le spese sanitarie. Le spese sanitarie, che come abbiamo visto possono essere inserite nel modello solo da alcune categorie, dovranno essere inserite in modo ad hoc nell’apposito modello. Basta seguire quanto riportato nelle apposite istruzioni presenti nel sito dell’Agenzia dell’Entrate.

Modello 730: tutte le scadenze da rispettare

AGENZIA DELLE ENTRATE

Vediamo ora quali sono le scadenze da rispettare per comunicare la dichiarazione dei redditi 2023. Nel dettaglio ogni contribuente coinvolto dovrà rispettare le seguenti date:

  • entro il 31 gennaio 2023 dovranno essere comunicati i dati relativi alle spese sostenute nel secondo semestre dell’anno 2022;
  • entro il 30 settembre 2023 sarà la volta delle spese sostenute nel primo semestre dell’anno 2023;
  • entro il 31 gennaio 2024 dovranno essere inoltrate le spese sostenute nel secondo semestre dell’anno 2023;
  • infine, a partire dal 1° gennaio 2024, gli uffici della contabilità dovranno essere informati in merito alle spese sostenute entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale (la cadenza dunque passa da semestrale a mensile).