Dichiarazione redditi: tutte le scadenze del 2023

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
05/01/2023

Con l’inizio del nuovo anno, è bene conoscere tutte le scadenze relative alla dichiarazione redditi del 2023. Vediamo insieme il calendario.

Calendario

Il 1° gennaio 2023 significa per molti l’inizio di un nuovo anno fiscale, ossia di pagamenti di imposte e tasse, ma anche di dichiarazione dei redditi. A tal proposito, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i modelli necessari per il 2023, il modello 730 e il Modello Redditi Persone Fisiche, insieme alle istruzioni necessarie per la compilazione.

Vediamo insieme quali sono le date da tenere a mente per rispettare le scadenze previste.

Scadenze 2023: il calendario per il Modello 730

calendar-gddd9078ac_1920

Per chi presenta la Dichiarazione redditi 2023 relativo all’anno d’imposta 2022 con il Modello 730, le date da tenere d’occhio sono le seguenti:

  • 30 aprile 2023 (che slitta al 2 maggio), da questa data sarà disponibile il 730/2023 precompilato;
  • 30 settembre 2023 (che slitta al 2 ottobre), entro questa data bisogna inviare il 730/2023 (sia ordinario che precompilato).

Inoltre, per chi compila  il 730 con sostituto d’imposta, i rimborsi o le trattenute IRPEF che ne derivano saranno fatti a partire dal mese di:

  • luglio 2023 se lavoratori dipendenti;
  • agosto o settembre se pensionati.

Infine, il 31 gennaio 2023 è l’ultima data per la comunicazione relativa all’opposizione alle spese sanitarie ai fini del 730 precompilato.

Scadenze 2023: il calendario per Modello Redditi e versamento imposte

businessman-marking-on-calendar-for-an-appointment-min

Coloro che presenteranno la Dichiarazione Redditi 2023 relativa all’anno d’imposta 2021 con il Modello Redditi Persone Fisiche, la data di scadenza per l’invio è il 30 novembre 2023. Se dal modello deriva un rimborso, questo sarà erogato direttamente in seguito dall’Agenzia delle Entrate.

Se, invece, deriva un debito d’imposta, il versamento dovrà avvenire per conto del contribuente con Modello F24, per il quale si deve far riferimento alle seguente scadenze:

  • 30 giugno 2023 (oppure 21 agosto 2023 con maggiorazione dello 0,40%) per il versamento del saldo 2022 e primo acconto 2023;
  • 30 novembre 2023, per il versamento del secondo o unico acconto 2023.

Esiste la possibilità di rateizzare il saldo 2022 e primo acconto 2023 fino a novembre. Non è, invece, ammesso rateizzare il secondo o unico acconto 2023.

Le medesime regole valgono per il rimborso e stesse scadenze per il versamento del debito d’imposta nel caso in cui si presenta la Dichiarazione redditi 2023 (anno d’imposta 2022) con il Modello 730 “senza sostituto d’imposta”.