Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU): come funziona e come si fa

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
14/08/2022

Per poter richiedere il modello ISEE è necessario essere in possesso della Dichiarazione Sostitutiva Unica, conosciuta con l’acronimo DSU. Ma di cosa si tratta  e perché è necessaria per richiedere il modello ISEE? Vediamo insieme.

closeup-of-business-woman-making-notes-in-document-min (1)

La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è necessaria per richiedere il modello ISEE.

La DSU è un documento che contiene i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali di un nucleo familiare e ha validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo.

Vediamo insieme di cosa si tratta.

DSU ai fini ISEE 2022: in cosa consiste

businessman-checking-documents-table-min

La Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) è il documento essenziale ai fini della richiesta modello ISEE. A partire dal 2015, i contribuenti che compilano la DSU ai fini ISEE devono scegliere quale modulo compilare tra la DSU mini e i vari modelli appositi riguardanti specifiche tipologie di prestazioni.

La DSU mini è la tipologia maggiormente utilizzata in quanto necessaria per richiedere l’ISEE ordinario, utilizzato per la maggior parte delle prestazioni assistenziali e sociali.

Un’altra tipologia di DSU è quella integrale, necessaria per la richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario (ISEE università), in caso di persone con disabilità all’interno della famiglia, di figli i cui genitori non siano coniugati né conviventi o in caso di esonero dalla presentazione della dichiarazione dei redditi o sospensione degli adempimenti tributari. Infine, ai fini dell’integrazione del modello ISEE in caso di modifiche alla situazione economica o patrimoniale è necessario fare riferimento alla DSU ISEE corrente.

Ai fini del calcolo ISEE, la DSU compilata dal contribuente deve essere consegnata a uno dei seguenti soggetti:

  • ente che eroga la prestazione sociale agevolata;
  • Comune;
  • Centro di Assistenza Fiscale (CAF);
  • INPS per via telematica;
  • all’INPS grazie anche alle postazioni informatiche self-service che sono disponibile presso le sedi INPS;
  • attraverso il sito Internet www.inps.it, attraverso la sezione Servizi On-Line – Servizi per il cittadino.