Disney+: pubblicità nei contenuti da Dicembre 2022 negli USA

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
13/08/2022

Disney Plus è entrata prepotentemente tra le società di condivisione di contenuti streaming più grandi al mondo. Grazie ai moltissimi brand posseduti, dalla Marvel a National Geographic, questa può tranquillamente coprire gran parte dell’offerta con contenuti interamente prodotti in casa. Cosa cambierà però da Dicembre 2022?

Disney, +

Disney Plus sta conquistando sempre più abbonati, a suon di contenuti con i supereroi ma anche con documentari e molto altro. Per la prima volta infatti ha superato il numero di abbonati in essere di Netflix. Ora però è arrivata una notizia che ha fatto storcere il naso a moltissimi abbonati: da Dicembre 2022 negli Usa verrà introdotta la pubblicità nei contenuti.

Ciò che fa più discutere però è il prezzo dell’abbonamento: vediamo cosa cambia nel seguente articolo.

Disney +: pubblicità nei contenuti da Dicembre negli Usa

Disney,

Ora è definitivamente ufficiale: il colosso Disney Plus aggiungerà la pubblicità ai contenuti, solo per il mercato statunitense, a partire da Dicembre 2022. Chiaramente tale fattispecie non si presenterà per tutti gli abbonati, ma solamente per coloro che scelgono un abbonamento che includa la pubblicità. Questo avrà un costo inferiore rispetto a quello senza pubblicità.

Ecco quali saranno i prezzi per tutti i vari tipi di abbonamento:

  • Disney+ con pubblicità: 7,99 dollari;
  • Disney+ senza pubblicità: 10,99 dollari (109,99 dollari);
  • Disney Bundle con pubblicità: 9,99 dollari;
  • Disney Bundle senza pubblicità: 12,99 dollari.

Disney+: abbonamenti con pubblicità anche in Italia?

Tv

Resta ora da capire se Disney+ avrà intenzione di portare questa nuova tipologia di abbonamenti anche in altri stati europei e non. Sicuramente quello che sta per essere effettuato in America è un test per poi eventualmente espandere la tipologia di abbonamenti anche in altre parti del mondo, compresa l’Italia.

Di questo si ha certezza in quanto è stato annunciato anche dal Presidente di Disney Media and Entertainment Distribution Kareem Daniel. La novità dunque riguarderà progressivamente anche altri stati e non solo gli Usa