Down Facebook, Instagram e Whatsapp: Zuckerberg perde 6 miliardi di dollari

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
05/10/2021

Nella giornata di ieri abbiamo assistito al più grande down di sempre dei social più importanti al mondo ovvero Facebook, Instagram e Whatsapp. Cercando di spiegare le motivazioni, analizziamo anche quanto è costato a Zuckerberg il blocco dei social.

hipster-using-touch-screen-smart-phone-hands-close-up-vintage-colors

Erano circa le 17:50 quando i social più importanti e più utilizzati al mondo hanno smesso improvvisamente di funzionare, tra lo stupore generale. Il down è durato circa 7 ore, stabilendo così il nuovo record di sempre.

Mentre ci si interrogava sulle possibili cause del down e sui perchè, il mondo della finanza stava già operando in borsa, causando a Zuckerberg ingenti perdite di capitalizzazione. Scopriamo insieme quanto è costato a Zuckerberg il down dei social.

Down dei social network: ecco la spiegazione

Facebook

Secondo il New York Times, il blocco totale di Facebook e di conseguenza di Instagram e Whatsapp, è stato causato da un malfunzionamento interno seguente ad un errore. Secondo il CTO di Cloudfare John Graham-Cumming, il down è avvenuto per i seguenti motivi: “Il problema interno che si è verificato in Facebook è stato l’equivalente del rimuovere i numeri di telefono degli utenti dai loro nomi in rubrica, rendendo impossibile chiamarsi”

In soldoni, è come se fosse stato cancellato il selciato con cui gli utenti potevano connettersi ai server Facebook.

Effetto economico del down: quanto è costato a Mark Zuckerberg?

Borsa, Valori

Premessa assai importante è che tale down ha avuto luogo in un momento storico molto particolare per Facebook, in quanto in data 1° Settembre 2021 il titolo aveva toccato i massimi storici in borsa, 384 dollari per azione. Da lì in poi però è iniziato un netto calo del titolo in borsa, che lo ha portato a chiudere il mese poco sotto quota 340 dollari.

Dopo il down di ieri, il titolo è andato ancor di più sotto pressione a Wall Street, con il valore azionario che ha perso il 4,89%. In giornata il minimo toccato è stato di 322,70 dollari, per poi risalire e chiudere a 326,72. Si tratta comunque di una perdita dal massimo del 1° Settembre di circa il 15%.

Nella sola giornata di ieri dunque Zuckerberg ha visto andare in fumo circa 6 miliardi di dollari: lunedì peggiore non poteva immaginarselo.