Ecobonus 2022: tutto quello che c’è da sapere

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
21/12/2021

L’Ecobonus ha subito molte variazioni per il 2022, riguardo a quali sono i lavori ammessi in detrazione, chi può accedervi e molto altro. Scopriamo insieme tutte le novità per l’Ecobonus 2022, in attesa della conferma ufficiale della nuova Legge di Bilancio.

superbonus 110

La nuova Legge di Bilancio è intervenuta in maniera molto forte sull’Ecobonus, andandone a modificare moltissimi aspetti essenziali. Innanzitutto la proroga è stata confermata fino al 31 Dicembre 2024, un anno in meno del Superbonus 110% (che dal 2023 non sarà più con aliquota 110%), dunque per altri tre anni.

Non è stato invece modificato il funzionamento del bonus, con la possibilità di utilizzarlo come sconto in fattura e cessione del credito, entrambe alternative alla detrazione.

Ecobonus 2022: quali sono i lavori da portare in detrazione

energia rinnovabile aziende it

I lavori rientranti nell’Ecobonus devono avere lo scopo di migliorare l’abitazione sotto il profilo del risparmio energetico. Le detrazioni non hanno aliquote fisse, ma variabili dal 50% all’85%.
Si parla di aliquota al 50% per:

  • interventi relativi alla sostituzione di finestre comprensive d’infissi;
  • schermature solari;
  • caldaie a biomassa;
  • caldaie a condensazione, che continuano ad essere ammesse purché abbiano un’efficienza media stagionale almeno pari a quella necessaria per appartenere alla classe A di prodotto prevista dal regolamento (UE) n.18/2013.

L’aliquota raggiunge il 65% per :

  • pompe di calore;
  • sistemi di building automation;
  • collettori solari per produzione di acqua calda;
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • generatori ibridi.

L’aliquota infine raggiunge il range del 70%-85% per gli interventi di tipo condominiale, per spese sostenute dal 1° Gennaio 2017 al 31 Dicembre 2024, con limite di spesa di 40 mila euro per unità immobiliare.

Ecobonus 2022: a chi spetta?

Pannelli, Fotovoltaici

Vediamo ora quali potranno essere i beneficiari dell’Ecobonus 2022. Questo può essere richiesto da qualsiasi contribuente che risulti in possesso di un immobile, su cui andranno ad essere effettuati lavori di rivalutazione energetica. In particolare essi sono:

  • i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (persone fisiche, società di persone, società di capitali);
  • le associazioni tra professionisti;
  • gli enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale;
  • persone fisiche ovvero: titolari di un diritto reale sull’immobile, condomini per gli interventi sulle parti comuni, inquilini, coloro che possiedono un immobile in comodato, familiari o conviventi che sostengono le spese.