Ecobonus auto 2021, nuovi incentivi: importi e come ottenerli

26/10/2021

Riaprono alle ore 10 di domani 27 ottobre le domande per ottenere gli ecobonus per l’acquisto di veicoli a basse emissioni. Le prenotazioni avverranno tramite l’apposita piattaforma del MiSE: vediamo insieme quali sono gli importi degli incentivi e quando si possono richiedere.

car-5591460_1920

Ecobonus auto: da domani 27 ottobre ripartono le prenotazioni sulla piattaforma online del Mise.

La misura, rifinanziata con 100 milioni di euro nel Consiglio dei Ministri dello scorso 16 ottobre, prevede la ripartizione delle risorse in base alla tipologia di veicolo acquistato e al livello di emissioni generate.

Vediamo nel dettaglio tutte le ultime novità a riguardo.

Ecobonus auto 2021: nuovi incentivi dal 27 ottobre

car-finance-4516003_1920

Dalle ore 10 di domani 27 ottobre sarà possibile collegarsi alla piattaforma online predisposta dal MiSE (ecobonus.mise.gov.it, previa autenticazione tramite SPID, CIE o CNS) e prenotare i nuovi ecobonus auto a favore di chi acquista un veicolo a basse emissioni.


Leggi anche: Partite IVA, nuovi contributi a fondo perduto: requisiti e come ottenerli

Il Governo Draghi ha infatti deciso di rifinanziare con 100 milioni di euro la misura, che come nella prima mandata sarà valida sia con rottamazione che senza e anche in caso di acquisti in leasing.

Le nuove risorse verranno ripartite nel seguente modo:

  • 65 milioni di euro per l’acquisto di veicoli con emissioni comprese tra 0 e 60 g/km;
  • 10 milioni di euro per l’acquisto di veicoli con emissioni comprese tra 61-135 g/km;
  • 20 milioni di euro per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali;
  • 5 milioni di euro per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati.

Ecobonus auto: gli importi degli incentivi

young-couple-talking-to-a-sales-person-in-a-car-showroom-min

Per quanto riguarda i veicoli con emissioni comprese tra 0 e 60 g/km saranno riconosciuti incentivi:

  •  fino a 6 mila euro con rottamazione e 4 mila euro senza rottamazione per i veicoli elettrici con emissioni comprese tra 0-20 g/km (esclusivamente elettriche e plug-in con prezzo di listino non superiore a 50 mila euro);
  • fino a 2.500 euro con rottamazione e 1.500 euro senza rottamazione per i veicoli ibridi con emissioni comprese tra 21-60 g/km.

Chi acquista veicoli con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km riceverà un incentivo fino a 1.500 euro solamente in caso di rottamazione.

In riferimento ai veicoli commerciali e speciali, il contributo massimo di 8 mila euro è riconosciuto esclusivamente per i veicoli elettrici, con l’importo preciso che varia in base alla massa totale a terra e all’alimentazione.


Potrebbe interessarti: Superbonus, ecobonus e bonus casa 2021: da ottobre serve lo SPID

Infine, nel caso di veicoli M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km, l’incentivo può raggiungere la cifra massima di 2 mila euro.

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureando in Management Internazionale
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
Suggerisci una modifica