Elezioni 2022: affluenza ai minimi storici

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
25/09/2022

Arrivano le prime notizie dai seggi circa l’affluenza degli italiani alla chiamata alle urne. Le file non sembrano essere molte e l’affluenza potrebbe essere inferiore alla chiamata alle urne del 2018. Cerchiamo di fare chiarezza a riguardo nel seguente articolo. 

enrico-letta

Gli italiani chiamati al voto sono circa 51 milioni, un numero enorme se si considera quale sarà il tasso di astensionismo, da sempre ai massimi in Italia. Si dice che il vero vincitore di ogni tornata elettorale sia proprio quella fascia che non si esprime in merito. Vediamo se in questa tornata elettorale questo trend sarà confermato oppure ci sarà grande affluenza.

Va ricordato che queste saranno ad ogni modo elezioni storiche, in quanto eleggeranno il primo Parlamento post riforma.

Elezioni 2022: exit poll di fine mattinata

ITALY-POLITICS-MIGRANTS

Le notizie che arrivano dalle urne nella mattinata elettorale evidenziano un’affluenza attualmente molto scarsa. Le file sono pochissime e sembra che il solito trend di scarsa affluenza sarà confermato. Le proiezioni più recenti danno in vantaggio la destra con in particolare il partito di Giorgia Meloni in testa.

L’accordo tra i partiti di centrodestra sottoscrive che il partito della coalizione che avrà più voti sarà poi incaricato di formare il governo. Il leader farà ovviamente da premier, al netto di eventuali sorprese che potrebbero arrivare da Mattarella.

Elezioni 2022: cosa potrebbe accadere con la vittoria della destra?

reddito di cittadinanza

In caso di vittoria del partito di Giorgia Meloni, gli scenari che si andrebbero ad aprire sarebbero molto particolari. Infatti nel programma di Fratelli d’Italia sono presenti degli spunti molto rivoluzionari per l’attuale ordinamento italiano. Uno di questi è la proposta del presidenzialismo, che andrebbe a stravolgere la Costituzione Italiana: ovviamente in totale opposizione a questa proposta vi è il Partito Democratico e la sinistra in generale.

Altro importante cambiamento sarebbe quello dell’eliminazione del Reddito di Cittadinanza, voluto fortemente da Giorgia Meloni. Vi terremo aggiornati con le ultime notizie.