Energia: ecco la soluzione per l’Italia

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
03/09/2022

Data la precarietà del mercato dell’energia, i cui prezzi sono ai massimi storici da mesi, i paesi che sono più in difficoltà devono trovare delle soluzione alternative. Per l’Italia ad esempio, una soluzione potrebbe essere quella di investire sulle rinnovabili. Vediamo i numeri cosa dicono e quanto converrebbe all’Italia.

FOTOVOLTAICO

L’Italia è uno dei paesi europei più indietro nella produzione autonoma di energia. Si stima che solo il 22,5% del fabbisogno energetico venga prodotto internamente, dunque vi sono ampi margini di manovra su cui intervenire. Il Bel Paese può utilizzare in particolare le energie rinnovabili, sfruttando l’energia prodotta dal sole, dall’acqua e dai rifiuti ad esempio.

Sfruttando queste tipologie si potrebbe quasi quadruplicare l’energia utilizzabile prodotta internamente. Approfondiamo la questione insieme.

Energia: quanta ne produce internamente l’Italia?

Fotovoltaico

Prima di capire come integrare ed aumentare il livello di energia prodotta internamente dall’Italia, facciamo chiarezza su quanta ne viene effettivamente prodotta. Come detto in precedenza, solo il 22,5% del fabbisogno energetico nazionale viene prodotto internamente, ponendo l’Italia tra gli ultimi posti in Europa. Si piazza infatti al quintultimo posto.

Ma non ci sono solo notizie negative: se si considerano gli anni dal 200 al 2019, l’Italia è stata il paese che ha migliorato di più la propria indipendenza economica. Dunque tale aspetto fa ben sperare per il futuro e per i prossimi adeguamenti.

Energie rinnovabili: quali possono crescere di più?

Eolico

Vediamo ora quali tipologie di energie rinnovabili possono crescere di più in Italia, per dare uno slancio importante all’energia prodotta internamente. In primis troviamo il fotovoltaico: produrre energia con il sole è uno dei metodi più efficaci in Italia, che di sole ne dispone a volontà. Secondo i dati a disposizione vi è margine per far crescere di ben 5 volte il potenziale attuale.

Passiamo all’eolico: i nuovi progetti in corso d’opera potrebbero raddoppiare l’energia prodotta con le pale eoliche. Questo sistema sarà sicuramente importante per il futuro dell’energia in Italia.