Energia: prezzo del gas ai livelli pre-guerra

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
24/05/2022

Il prezzo del gas fa tirare un sospiro di sollievo a tutti gli italiani: il livello è infatti tornato al periodo pre conflitto bellico in Ucraina. Se si guarda al prezzo che aveva quattro anni fa però il valore del gas è quadruplicato, facendo intendere le problematiche cui il settore è andato incontro. 

Gas

Dai valori di mercato del gas arriva una notizia positiva quanto inaspettata: il gas è tornato al di sotto dei livelli pre Guerra in Ucraina, spazzando via almeno per il momento i forti rincari degli ultimi tre mesi. Nonostante questo il livello di scambio di gas con la Russia è ai minimi storici e con il nuovo pacchetto di sanzioni in arrivo potrebbe azzerarsi in tempi brevi.

Approfondiamo insieme la vicenda.

Prezzo del gas: ai minimi dopo oltre tre mesi

biogas-2919235_1920 (1)

Era il 23 Febbraio quando il prezzo del gas è stato scambiato a 87,5€/MWH, ossia il livello più basso toccato da tre mesi a questa parte. Da quel momento in poi, lo scoppio del conflitto in Ucraina ha fatto traballare i mercati creando forte incertezza sui mercati internazionali, facendo salire di molto il prezzo del gas.

Ma se guardiamo agli ultimi quattro anni c’è ben poco da gioire: il prezzo del gas è quattro volte superiore a quanto ammontava nel 2018, lasciando intendere che i problemi sono ben più profondi di quanto si crede.

Energia: ai minimi lo scambio con la Russia

gas-1822691_1920

Risulta essere ai minimi storici anche il livello degli scambi di gas con la Russia, sintomo che le sanzioni stanno facendo il loro corso. L’Italia ricordiamo era uno degli stati più dipendenti dalle forniture di Mosca, ma grazie al pronto intervento del governo si sono subito stretti nuovi accordi internazionali per diversificare la fornitura.

Dall’Algeria al Congo, i nuovi accordi permetteranno all’Italia, cn Eni in prima fila, di ottenere nuovi sbocchi energetici, abbandonando l’incertezza che governa la situazione nell’Est europeo.