Esonero canone Rai 2023, occhio alla scadenza: per chi e cosa succede

Luca Paolucci
  • Laurea in Economia e Management
  • Laureato in Management Internazionale
27/03/2023

La scadenza del 31 gennaio 2023 era l’ultimo giorno per richiedere l’esenzione dalla tassa Rai per l’intero anno 2023, per coloro che non possiedono una televisione in casa e che quindi non devono pagare il canone. Vediamo quali sono le prossime scadenze e cosa devono fare i soggetti interessati.

canone_rai_think_482033884_1600x900

Esonero canone Rai 2023: c’è ancora tempo.

Per chi ha saltato la scadenza del 31 gennaio scorso, c’è un’altra possibilità per richiedere l’esenzione, inviando la dichiarazione sostitutiva nel periodo dal 1° febbraio al 30 giugno, ma solo con riferimento al secondo semestre dell’anno in corso.

Analizziamo la situazione nel dettaglio.

Esonero canone Rai: le novità

canone-rai-1217

Le due scadenze del 31 gennaio e 30 giugno riguardano tutti coloro che non possiedono una televisione in casa. Invece, per gli over 75, ossia coloro che hanno compiuto almeno 75 anni di età, è possibile ottenere l’esenzione del canone Rai anche se si possiede una televisione in casa, ma solo se si rispettano determinati requisiti reddituali.

A chi spetta l’esonero

L’esonero canone Rai spetta se si rispettano tutte le seguenti condizioni:

  • aver compiuto 75 anni entro il termine per il pagamento del canone TV;
  • non convivere con altri soggetti titolari di un reddito proprio (fatta eccezione per collaboratori domestici, colf e badanti);
  • possedere un reddito annuo che, insieme a quello del coniuge (o del soggetto unito civilmente), non sia superiore a 8.000 euro;
  • avere la televisione solo nella casa dove si abita.

La verifica del requisito reddituale deve essere fatta con riferimento all’anno precedente: quindi, per l’esonero canone RAI 2023, bisogna guardare il reddito del 2022.

Come e quando richiedere l’esonero

Per richiedere l’esonero del canone Rai 2023 per gli over 75, bisogna inviare all’Agenzia delle Entrate l’apposito modello entro la scadenza stabilita. La presentazione può essere fatta tramite consegna a mano presso qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate, tramite PEC o a mezzo del servizio postale in plico raccomandato.

Chi ha compiuto 75 anni entro il 31 gennaio 2023 deve inviare il modello entro il 30 aprile 2023. Coloro che compiono 75 anni nel periodo dal 1° febbraio 2023 al 31 luglio 2023, invece, devono inviare il modello entro il 31 luglio 2023 e avranno l’esonero solo per la seconda parte dell’anno.