Esonero contributi turismo, commercio e spettacolo: importi e come funziona

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
24/09/2021

L’Inps ha comunicato le prime istruzioni operative per l’esonero dei contributi previsto per il settore del turismo, del commercio e dello spettacolo. Vediamo insieme quali sono i suggerimenti dell’Istituto e i contributi soggetti ad esonero.

hotel-1330850_1920

La circolare INPS n. 140 del 21 settembre 2021 ha riferito le prime istruzioni operative per quanto concerne l’esonero dei contributi per il settore del turismo, del commercio e dello spettacolo.

Il documento fa riferimento alla disposizione introdotta dal Decreto Sostegni bis e riguarda l’esonero dal pagamento dei contributi previdenziali dal 26 maggio al 31 dicembre 2021, in misura non superiore al doppio delle ore di integrazione salariale fruite nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021. Restano esclusi i premi e i contributi INAIL.

Esonero contributi: le istruzioni dell’INPS

spettacoloLa circolare INPS del 21 settembre sull’esonero dei contributi 2021 spiega che possono accedere al beneficio i datori di lavoro privati, imprenditori e non, dei settori del turismo, degli stabilimenti termali e del commercio, nonché del settore creativo, culturale e dello spettacolo.

La base per il calcolo dell’esenzione è costituita dai trattamenti di integrazione salariale fruiti tra gennaio 2021 e marzo 2021, a prescindere dalla causale degli ammortizzatori. Inoltre, il beneficio viene riconosciuto a prescindere dal fatto che i lavoratori in forza nei mesi di effettiva fruizione dell’esonero siano o meno gli stessi in forza durante la fruizione degli ammortizzatori.

Come viene calcolato l’importo

cropped-view-professional-serious-finance-manager-holding-calculator-hands-checking-company-month-s-profits-minL’importo dell’esonero è pari al doppio delle ore di integrazione salariale fruite nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021, ad eccezione dei premi e i contributi INAIL. Inoltre, è parametrato e applicato su base mensile ed è possibile beneficarne entro il 31 dicembre 2021.

L’Inps precisa che

“Ai fini della quantificazione della misura di esonero, il parametro di riferimento da utilizzare si sostanzia nel calcolo della contribuzione datoriale non versata in relazione al doppio delle ore degli ammortizzatori sociali utilizzati nei mesi citata”.

Non rientrano nei contributi oggetto di esonero quei tipi di contribuzione che non hanno natura previdenziale e quelli a scopo solidaristico.