Fisco 2023: novità su Irpef e quoziente familiare

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
04/01/2023

Quali sono le novità fiscali per il 2023 volute t varate dal governo con la nuova Legge di Bilancio? Il premier Meloni ha ribadito che bisogna tener conto del sostegno alla genitorialità, in quanto centrale nel nostro ordinamento. La tassazione deve tener conto di questo. Approfondiamo la questione insieme nel seguente articolo.

Tasse

Il governo stima che entro metà Febbraio 2023 sarà in grado di portare in Parlamento un insieme di norme atte a sistemare e migliorare il sistema della fiscalità in Italia. Questo stando alle anticipazioni fornite dal Vice-Ministro all’Economia Leo, il quale ha ribadito che l’obiettivo è quello di avere una normativa più puntuale nel definire i principi.

Fisco: cos’è il modello duale?

tasse calcolo

Il governo ha deciso di confermare il modello duale per il 2023: ma di cosa si tratta nel dettaglio? Stando a quanto trattato in precedenza, l’intenzione è quella di fare ancora di più sull’equità orizzontale puntando a limitare disallineamenti nella tassazione. Il modello duale sarà dunque ancora considerato per l’Irpef, ma rivediamo insieme come funziona e quali sono le sue caratteristiche.

Questo si sostanzia nella divisione tra i redditi di lavoro, che sono soggetti ad una determinata progressività, da quelli per investimenti in immobili e capitali. La direzione è stata tracciata nel corso del governo Draghi e in quel senso si continuerà a procedere.

Irpef: si va verso le tre aliquote

pagamenti tasse

Novità anche per quanto riguarda le aliquote Irpef, che stando alle prime anticipazioni dovrebbero essere tre. Anche in questo caso è intervenuto Maurizio Leo, che ha dichiarato:

Con la prospettiva di ridurle anche a tre, ferma restando la necessità di individuare le dovute coperture, senza scostamenti di bilancio.

Altra novità potrebbe essere quella dell’introduzione del quoziente familiare, richiamato dalla stessa presidente del Consiglio Giorgia Meloni a fine anno. Questo è un meccanismo con meccanismi variabili, ma che contraddistingue l’ispirazione di fondo della principale forza politica della maggioranza.