Fondi per case popolari: novità Dl Fondone

21/06/2021

All’interno del Dl Fondone sono previste anche risorse per effettuare interventi di ricostruzione anche per case popolari. Vi sono però delle modalità specifiche per ottenere i fondi dedicati e, soprattutto, non potrà essere fatta domanda per le agevolazioni rientranti nel Superbonus 110%.

construction-worker-569149_1920

Sta per completare il proprio iter legislativo il decreto Dl Fondone, che prevede assistenza monetaria per numerose aree d’intervento. Tra queste vi sono anche 1,3 miliardi di euro destinati alla riqualificazione dell’edilizia pubblica. In particolare gli interventi devono essere mirati all’aumento della sostenibilità generale delle strutture e contro il rischio sismico.

Parte di questi fondi verranno utilizzati anche per le case popolari, vediamo come.

Dl Fondone: modalità d’intervento per edifici residenziali pubblici

La categoria degli edifici residenziali pubblici, rientra nel decreto Fondone, per effettuare determinate opere volte a migliorare la qualità della struttura. Queste sono:


Leggi anche: Carlo Ruta: esiste la libertà d’informazione in Italia?

  • interventi di sicurezza sismica;
  • efficientamento energetico;
  • frazionamento e ridimensionamento degli alloggi;
  • riqualificazione degli spazi verdi;
  • acquisto o affitto di immobili da destinare alla sistemazione temporanea degli assegnatari i cui alloggi di edilizia residenziale pubblica sono in fase di ristrutturazione.

Le priorità sono la messa in sicurezza contro il rischio sismico e l’efficientamento energetico, che ha come obiettivo quello di rendere le case sempre più green. In linea con quest’ultimo aspetto, vi è anche quello della riqualificazione degli spazi verdi, largamente trascurati in molte città italiane.

Impossibilità di attingere al Superbonus 110%

Gli interventi di ricostruzione per gli edifici residenziali pubblici, potranno però essere finanziati solo con il Fondone, senza poter attingere al Superbonus 110%. La vastità di bonus utilizzabili per acquistare condizionatori, mobili, elettrodomestici o per la ristrutturazione di facciate, sarà quindi destinata a case private, o ad ogni modo immobili che non utilizzano i fondi del Dl Fondone.

L’ampiezza dei provvedimenti sugli immobili è notevole, e il decreto Fondone, ormai prossimo all’approvazione alla Camera prevista per il 6 Luglio, ne rappresenta un mattone molto importante.