Il bonus dell’INPS pronto ad essere erogato: per averlo occorre una condizione semplice

L’INPS introduce una novità significativa per supportare chi si trova in una fase di disoccupazione, grazie all’implementazione di una misura proveniente dal Jobs Act di Matteo Renzi. La NASPI, Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, rappresenta una svolta nelle politiche di sostegno al lavoro, proponendosi come una soluzione innovativa e decisiva per chi cerca una nuova occupazione.

Cos’è la NASPI?

La NASPI è il risultato di una revisione degli ammortizzatori sociali, che sostituisce precedenti misure come la Mini ASPI e la DS Ordinaria, e si pone come un pilastro fondamentale per i lavoratori disoccupati. Questa indennità è stata concepita per offrire un sostegno economico a chi ha perso il lavoro, con l’intento di facilitare il ritorno all’impiego.

Chi può beneficiarne?

Sebbene la NASPI sia accessibile a molti lavoratori, alcune categorie restano escluse, come i dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche Amministrazioni, gli agricoltori e i collaboratori. Per quest’ultimi, tuttavia, esistono specifiche misure quali la Disoccupazione Agricola e la DIS.COLL, progettate per adattarsi alle loro esigenze.

Requisiti e procedura di Richiesta:

  • Presentare la domanda entro il 2 aprile: per accedere al supporto dell’INPS attraverso la NASPI, è essenziale inviare la propria richiesta entro questa data.

Come presentare la domanda

Attualmente, le indicazioni precise sulla modalità di invio della domanda non sono state dettagliate, ma si prevede che l’INPS fornirà presto tutte le informazioni necessarie per procedere.

Calcolo dell’Indennità:

  • L’indennità NASPI copre fino a un massimo di 365 giorni all’anno, calcolando tutte le giornate lavorative.
  • Per i lavoratori agricoli con precedenti contratti a tempo indeterminato, l’importo dell’indennità aumenta del 30% della retribuzione.

Come prepararsi:

  • Verificare i propri periodi di lavoro per assicurarsi di rientrare nei requisiti necessari.
  • Raccogliere tutti i documenti necessari, in attesa delle indicazioni precise dall’INPS per la presentazione della domanda.