Imu: quando non si deve pagare?

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
14/10/2022

Novità importanti per quanto riguarda la tassa sulla casa: la Consulta infatti ha confermato la doppia esenzione per i coniugi che vivono in due case separate. Una volta che viene attestato questo, ossia che la separazione geografica della famiglia sia reale, si otterrà l’esenzione al pagamento.

Casa

La Consulta del Fisco è intervenuto in un tema assai delicato che da anni era in attesa di una risoluzione. In caso di una famiglia i cui coniugi vivono in due comuni differenti, le Imu da pagare sono due o ci sono delle esenzioni? Essendo il Fisco un istituto che deve tutelare la famiglia, la sentenza 209/2022 redatta da Luca Antonini, ha confermato che non si dovrà pagare l’Imu per entrambe le case.

Approfondiamo la questione nei prossimi paragrafi.

Esenzione Imu: come funziona?

Casa

La Consulta è intervenuta a tutela della famiglia: in particolare vengono tutelate le coppie che durante la settimana sono costrette a vivere separate a causa del lavoro, in due Comuni separati, e quindi su due immobili differenti. Per queste non è necessario provvedere al pagamento dell’Imu per entrambi gli immobili.

Questo verrà applicato a patto, ovviamente, che rispettino davvero il doppio requisito della residenza e della dimora abituale che permette di non pagare l’imposta. La strada percorsa per arrivare a questa conclusione è stata molto lunga e tortuosa, ma il risultato è stato portato a termine con successo grazie alla Consulta.

Esenzione Imu: la tutela della famiglia

bonus-casa

La disposizione della Consulta arriva come forma di tutela molto forte alla famiglia nella sua interezza: se per motivi lavorativi i due coniugi devono essere separati, è impensabile che questi debbano pagare due Imu se risiedono in due Comuni differenti. Andare contro alla tutela della famiglia sarebbe anticostituzionale.

Per questo motivo la Consulta ha corretto la decisione presa in precedenza dalla giurisprudenza, ossia di negare l’esenzione Imu alle coppie che vivono in due Comuni separati.