Incentivi auto: ecco tutte le novità per le auto elettriche

Mattia Anastasi
  • Dott. in Economia Aziendale con curriculum Manageriale
07/04/2022

Il governo ha approvato i nuovi incentivi auto presenti nel nuovo Def, documento economia e finanza, che porterà benefici molto importanti, in particolare al settore in crisi. A Marzo si è assistito ad un picco in negativo delle vendite di automobili, vediamo quali effetti avrà il decreto del governo.

Automobili

C’era molta attesa per gli annunci dell’esecutivo in merito al Def, in quanto il documento viene firmato in un momento storico molto complesso in cui vi è l’assoluta necessità di dare una risposta forte alla crisi in atto. Uno dei settori più in crisi è quello automotive: i nuovi incentivi avranno effetti positivi?

Cerchiamo di fare chiarezza sulla natura degli incentivi, valutando per quali tipologie di automobili si può utilizzare e da chi.

Incentivi auto: ecco le categorie cui spetta

Auto, Elettriche

Vediamo subito quali sono le categorie di veicoli coinvolte nel nuovo sistema di incentivi per il settore auto. Il governo ha deciso di intervenire per dare nuova linfa ad uno dei settori più in crisi in Italia. Le categorie di veicoli coinvolti sono le così dette M1, ossia quelle che rientrano nella fascia di emissioni 0-20 g/km. Si tratta delle auto full electric o ibride, dal costo fino a 35 mila euro.

Il bonus spettante è di tre mila euro, cui potranno essere aggiunti ulteriori due mila in caso di rottamazione di una vettura di classe inferiore alla EURO 5.

Sempre rientranti nella categoria M1, vi sono incentivi anche per le auto rientranti nella classe 21-60 g/km, con prezzo fino a 45 mila euro più Iva. Per queste sono previsti due mila euro di incentivi più altri due in caso di rottamazione.

Incentivi anche per le imprese: ecco quali

Camion

Gli aiuti al settore auto, oltre che per i singoli cittadini, sono previsti anche per le imprese che hanno bisogno di acquistare veicoli commerciali di categoria N1 e N2. L’incentivo potrà essere erogato in caso di rottamazione di un veicolo omologato, al di sotto della classe EURO 4.

Gli importi di incentivi variano in base alla stazza dei veicoli:

  • 4.000 euro per i veicoli N1 fino a 1,5 tonnellate;
  •  6.000 euro per i veicoli N1 superiori a 1,5 tonnellate e fino a 3,49 tonnellate;
  •  12.000 euro per i veicoli N2 da 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate;
  • superiori a 7 tonnellate spettano 14.000 euro.