Incentivi auto, nuovo finanziamento: rischio di esaurimento delle risorse per novembre

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
25/10/2021

I vari incentivi auto sono stati finanziati nuovamente con altrettante risorse, ma c’è il rischio che queste si esauriscano nel breve tempo. 

Happy family couple and two kids riding in carTramite il decreto fiscale del 15 ottobre, il Governo ha stanziato altri 100 milioni di euro destinati all’ecobonus auto e ad altri incentivi per l’acquisto di vetture private e commerciali elettriche, ibride e a basse emissioni, in seguito all’esaurimento delle risorse stanziate inizialmente. La notizia è stata data da Gilberto Pichetto, viceministro dello Sviluppo economico, il quale ha anche spiegato che il Mise starebbe in questo momento valutando soluzioni più favorevoli, senza la necessità di ulteriori rifinanziamenti.

Nuovo finanziamento per gli incentivi auto

Car Sales Flat CompositionNonostante non sia ancora ufficiale, poiché il nuovo decreto fiscale non è stato ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, i fondi destinati agli incentivi dovrebbero così ripartiti:

  • Per la fascia M1 con emissioni di CO2 tra 0 e 60 g/km di CO2: 65 milioni di euro.
  • Per la fascia M1 con emissioni di CO2 tra 61 e 135 g/km di CO2: 10 milioni di euro.
  • Per la fascia M1 usati con emissioni comprese tra 0 e 160 di g/km CO2: 5 milioni di euro.
  • Per la fascia N1 (veicoli commerciali) e M1 speciali nuovi: 20 milioni di euro.

Attenzione agli incentivi auto: potrebbero finire a novembre

Highway, road viewed inside automobile. Vector illustrationPurtroppo, come è già accaduto, potrebbe verificarsi un esaurimento delle risorse nel breve tempo. Gli incentivi per i veicoli elettrici e ibridi plug-in, quelli della fascia di emissioni tra 0 e 60 g/km di CO2 sono infatti quelli più richiesti dagli italiani, e potrebbero bastare per il solo mese di novembre.

Inoltre, le risorse stanziate potrebbero esaurirsi molto in fretta a causa della possibilità di usufruirne in maniera retroattiva. Sono ancora tante le auto elettriche e ibride plug-in per i quali sono già stati siglati i contratti di vendita ma che non sono ancora consegnate a causa della mancata produzione per la scarsità di risorse e per le chiusure causate dalle pandemia.

Infine, la possibilità inoltre di accedere ai bonus per l’acquisto di veicoli nuovi è concessa anche alle aziende e ciò rischia di far finire i soldi ancora prima del previsto.