Indennità di frequenza: cos’è e quali sono i requisiti

Approfondiamo insieme l’argomento dell’indennità di frequenza. Si tratta di un’indennità specifica per i minorenni che hanno difficoltà nello svolgere le funzioni e i compiti specifici della propria età. Per ottenerla è necessario rientrare in determinate soglie di reddito: vediamole insieme!

Handicap

L’indennità di frequenza è una misura molto importante per l’inserimento sociale dei ragazzi con disabilità, più o meno gravi, che appunto fanno fatica a svolgere tutte le attività caratteristiche dell’età di riferimento. Lo Stato con questa agevolazione vuole assistere da vicino questi ragazzi prima del compimento della maggiore età.

Vediamo quali sono i limiti reddituali per ottenerla e quanto spetta mensilmente per ogni caso specifico.

Indennità di frequenza: ecco i requisiti per ottenerla

blind-man-people-with-disability-handicapped-person-and-everyday-life-visually-impaired-man-with-walking-stick-descending-steps-in-city-park-min

Vediamo quali sono i requisiti per ottenere l’indennità di frequenza, spettante per i minorenni con disabilità che causano difficoltà di inserimento sociale. Come detto tale agevolazione spetta a tutti coloro che hanno meno di 18 anni, nei seguenti casi:

  • cittadinanza e residenza sul territorio nazionale;
  • cittadini stranieri comunitari iscritti all’anagrafe del Comune di residenza (Dlgs n. 30/2007);
  • cittadini stranieri extracomunitari legalmente soggiornanti nel territorio dello Stato.

Ulteriore requisito essenziale è quello di dover frequentare costantemente un centro ambulatoriale o scuole specifiche, ma anche asili nidi, in cui il minore possa testare il proprio inserimento sociale.

Indennità di frequenza: quanto spetta alle famiglie?

physical-handicap-g190e5d372_1920

Vediamo ora quanto spetta alle famiglie che hanno a carico un minore con disabilità. Il requisito reddituale è che queste non devono avere un reddito superiore a 5010,20 euro annuali, ovviamente decurtato dai redditi del minore, e l’abitazione in cui il nucleo risiede.

Per ottenere l’agevolazione in primis vanno riconosciuti i requisiti sanitari: a partire da questo, il primo giorno del mese successivo inizierà ad essere erogato l’assegno di frequenza. L’indennità viene erogata mensilmente, per 12 mensilità, per un ammontare mensile di 291,69 euro. Non è previsto il versamento di alcuna tredicesima o altra mensilità aggiuntiva.

 

Lascia un commento