ISEE 2023 precompilato: come fare domanda sul sito Inps

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
07/01/2023

È disponibile un servizio online messo a disposizione dall’Inps per ottenere l’ISEE precompilato. Vediamo insieme come funziona.

isee-online-2020

L’Inps ha messo a disposizione sul proprio sito un servizio online che permette di ottenere l’ISEE precompilato. Si tratta del servizio di Dichiarazione Sostitutiva Unica precompilata (Dsu) disponibile nell’area personale MyInps.

L’Isee precompilato contiene sia dati autodichiarati dal cittadino sia dati precompilati forniti dall’Agenzia delle Entrate e dall’Inps e attraverso la conferma dei dati disponibili nella Dsu precompilata, si evitano eventuali segnalazioni per omissioni o difformità nell’ISEE. I dati precompilati presenti sono: canone di locazione della casa di abitazione, Patrimoni mobiliari, Patrimoni immobiliari, Redditi ai fini Irpef, Trattamenti erogati dall’Inps esenti ai fini Irpef, Nucleo familiare convivente.

Vediamo insieme come funziona il servizio.

Come richiedere l’ISEE precompilato

money-2

Innanzitutto, per poter richiedere l’ISEE precompilato, è necessario accedere nella propria area personale MyInps con le credenziali Spid, Cie o Cns. Successivamente, si deve digitare “Isee precompilato” nella barra di ricerca e selezionare il servizio. Dopo aver cliccato su “Acquisizione interattiva”, l’utente può scegliere scegliere fra Dsu mini e Dsu integrale.

A questo punto, è richiesta l’indicazione di alcune informazioni come i dati anagrafici dei componenti del nucleo familiare. Ogni componente maggiorenne deve autorizzare la precompilazione dei propri dati nella Dsu presentata da altro dichiarante. L’autorizzazione può essere presentata tramite due modalità. La prima prevede che ogni componente maggiorenne del nucleo acceda al sistema Isee con la propria identità digitale e acquisisce l’autorizzazione alla precompilazione dei dati. Nella seconda, invece, il dichiarante inserisce i dati di delega e gli altri elementi di riscontro relativi ad ogni componente maggiorenne del nucleo. In questo caso i dati saranno trasmessi all’Agenzia delle Entrate per le necessarie verifiche.

Dopo aver inviato la sottoscrizione della Dsu, l’Inps invia all’Agenzia delle Entrate la richiesta per ricevere i dati precompilati dei componenti del nucleo familiare. Sarà poi l’Inps ad avvisare il richiedente tramite email o sms. L’attestazione resterà in archivio Inps e potrà essere scaricata in caso di necessità.