Lavoro, green pass e mascherine: cosa cambia dal 1° maggio

Luca Paolucci
  • Esperto di: Politica, Economia e Detrazioni Fiscali
28/04/2022

Termina sabato 30 aprile il periodo di operatività del decreto Covid varato lo scorso 17 marzo, che ha prorogato di ulteriori settimane l’obbligo generale di indossare le mascherine al chiuso, compresi i luoghi di lavoro. Ma cosa cambia dal prossimo mese? Scopriamolo insieme.

office-new-normal-men-wearing-medical-mask-covid-19-min

Maggio 2022 potrebbe rappresentare il mese della svolta definitiva sull’uso delle mascherine al chiuso. Dal 1° del mese, infatti, non saranno più attive le norme introdotte dal decreto Covid dello scorso 17 aprile, che aveva prorogato l’obbligo generale di indossare i dispositivi di protezione individuale nei luoghi al chiuso.

Vediamo insieme quali sono i cambiamenti in arrivo tra pochi giorni, con un focus particolare sul mondo del lavoro.

Lavoro: addio alle mascherine?

freelancer-talking-with-coworker-about-business-startegy-while-sitting-in-new-normal-office-wearing-protective-face-mask-to-prevent-infection-with-coronavirus-team-respecting-social-distancing-min

Dal 1° maggio 2022 cambiano le regole sulle restrizioni anti pandemia in Italia, con la scadenza al 30 aprile di gran parte delle limitazioni introdotte dal Governo Draghi con il decreto Covid del 17 marzo.

Secondo le ultime indiscrezioni, l’obbligo di indossare la mascherina dovrebbe restare in vigore esclusivamente a bordo dei mezzi di trasporto, negli ospedali, nelle RSA, nei cinema e nei teatri. Addio, quindi, ai dispositivi di protezione individuale all’interno dei luoghi di lavoro.

La conferma è arrivata dal Sottoregretario al Ministero della Salute Andrea Costa:

Credo che sia giunto il momento di dare fiducia agli italiani e passare alla forte raccomandazione per la mascherina al chiuso passando con la proroga di un mese per l’obbligo in modo da arrivare a un’estate senza restrizioni. La mascherina rimarrà obbligatoria sul trasporto pubblico, nelle rsa e negli ospedali, nei teatri e cinema ma non negli esercizi commerciali e neanche nei luoghi di lavoro. C’è una riflessione in corso nel Governo ed entro questa settimana sarà fatta una sintesi.

Lavoro: cosa cambia per green pass e vaccini

GREEN-PASS-OBBLIGATORIO-FANPAGE-IMG

Stessa sorte delle mascherine toccherà al green pass, che a partire dal 1° maggio 2022 non potrà più essere richiesto nei luoghi di lavoro, ma non solo. L’obbligo, infatti, verrà meno anche per:

  • bar e ristoranti al chiuso;
  • mense e catering continuativo;
  • spettacoli al chiuso (cinema, teatri);
  • eventi sportivi;
  • università;
  • centri benessere;
  • attività sportive al chiuso (compreso l’uso degli spogliatoi);
  • convegni e congressi;
  • corsi di formazione;
  • centri culturali, sociali e ricreativi al chiuso;
  • concorsi pubblici;
  • sale da gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò;
  • colloqui visivi in presenza con i detenuti negli istituti penitenziari;
  • feste al chiuso e discoteche;
  • mezzi di trasporto.

Fino al 31 dicembre 2022, invece, resterà:

  • l’obbligo vaccinale con la sospensione dal lavoro per gli esercenti le professioni sanitarie e i lavoratori negli ospedali e nelle RSA;
  • l’obbligo di esibire il green pass per i visitatori di RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali.

Per le forze dell’ordine, le forze armate, il personale della scuola e delle università, l’obbligo vaccinale resterà in vigore fino al prossimo 15 giugno.