Le pensioni di febbraio cambiano drasticamente: novità e date dei pagamenti

Con l’inizio di febbraio 2024, i pensionati italiani si preparano a ricevere i loro pagamenti mensili, ma ci sono alcune novità importanti da considerare. L’INPS ha fornito la possibilità di controllare online gli importi delle pensioni tramite il servizio di cedolini, permettendo ai beneficiari di verificare in anticipo quanto riceveranno.

Modifiche agli importi delle pensioni

Variazioni dovute a IRPEF e Addizionali Locali

Le pensioni di questo mese possono subire delle variazioni a causa delle trattenute IRPEF e delle addizionali locali. In particolare, potrebbe esserci un impatto dovuto al ricalcolo delle trattenute erariali del 2023.

Recupero delle differenze

Nel caso in cui nel 2023 siano state applicate ritenute inferiori a quelle dovute, l’INPS procederà al recupero delle differenze sulle pensioni di gennaio e febbraio 2024. Se necessario, questo recupero potrebbe estendersi ai mesi successivi.

Restituzione a rate

Il recupero delle somme dovute potrebbe essere frazionato, con trattenute suddivise sui prossimi ratei mensili fino al saldo completo del debito.

Modalità di pagamento delle pensioni

Versamento diretto su conti correnti

Le pensioni saranno accreditate direttamente sui conti correnti bancari il primo giorno lavorativo di febbraio, che quest’anno cade giovedì 1 febbraio. I pensionati possono verificare l’accredito tramite home banking nei giorni successivi.

Cambiamenti nel ritiro presso gli uffici Postali

A partire dall’1 febbraio, Poste Italiane ha modificato le modalità di ritiro delle pensioni. Non sarà più in vigore il calendario alfabetico stabilito durante l’emergenza Covid.

Nuove raccomandazioni per il ritiro in Posta

Le pensioni saranno disponibili per il ritiro in posta dal 1 febbraio, indipendentemente dall’ordine alfabetico. Si consiglia ai pensionati di evitare assembramenti, optando per il ritiro in tarda mattinata o nel pomeriggio, soprattutto nei giorni successivi al primo del mese.