Legge di Bilancio 2022: i fondi previsti per la Sanità

Rachele Luttazi
  • Esperta in welfare e bonus
  • Laurea Magistrale in Economia dell'Ambiente e della Cultura
31/10/2021

Secondo quanto previsto dalla bozza della Legge di Bilancio 2022, diversi sono i fondi destinati alla Sanità Pubblica. Scopriamo insieme quali sono gli importi dei finanziamenti e a cosa saranno rivolti.

People walking and sitting at hospital buildingLa bozza della nuova Legge di Bilancio è composta da due sezioni e da XV titoli, di cui il VI dedicato alla Sanità. Tra i punti salienti in tema sanitario ci sono maggiori fondi per la ricerca, l’aumento delle borse di specializzazione e quasi 2 miliardi di euro indirizzati all’acquisto dei vaccini.

Secondo quanto si apprende dagli articoli, saranno molti i miliardi stanziati nei prossimi anni per la Sanità. Basta considerare che soltanto per il fabbisogno standard nazionale saranno stanziati, a patto che non ci siano modifiche tramite emendamenti, 378 miliardi.

Legge di Bilancio 2022: le misure previste per la Sanità

Medical team. Hospital staff vector illustrationAttualmente gli articoli disponibili sulla Sanità sono quelli che vanno dal 79 all’83, mentre i restanti sono in fase di verifica da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze, del Ministero della Salute e dalla Ragioneria Generale di Stato.

Secondo il primo articolo disponibile, ossia l’articolo 79, i fondi previsti sono:

  • un aumento di due miliardi l’anno per il Fondo Sanitario Nazionale;
  • 600 milioni per il fondo per l’acquisto di farmaci innovativi suddivisi nel triennio 2022, 2023 e 2024;
  • un aumento delle borse di studio per gli specializzandi in medicina che vengono portate in via permanente a 12mila euro l’anno.

L’articolo che segue, vale a dire l’articolo 80, prevede 200 milioni di euro per l’implementazione delle prime misure previste dal Piano strategico-operativo nazionale di preparazione e risposta a una pandemia influenzale 2021-2023 e ulteriori 350 milioni di euro per le medesime finalità.

L’articolo 81 modifica il decreto Legislativo del Capo Provvisorio dello Stato del 13 settembre 1946 n. 233, agendo sulle Federazioni e gli Ordini professionali in ambito sanitario, a cui sono state attribuite funzioni come l’organizzazione e gestione di una rete unitaria di connessione, interoperabilità e software.

Tramite il penultimo articolo, ossia l’articolo 82, verranno stanziati 1,8 miliardi di euro per l’acquisto dei vaccini nell’anno 2022. Infine, l’articolo 83 riconosce un finanziamento pari a 2 milioni di euro per la Lega italiana per la lotta contro i tumori.